Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 00:37

Basket, l'Enel Brindisi farà causa agli ultrà

L'Enel Brindisi Basket (LegaDue) ha dato mandato ai propri legali di avviare azione di risarcimento danni nei confronti di alcuni sostenitori che domenica scorsa si sono resi protagonisti di intemperanze durante e dopo la partita casalinga contro la Trenkwalder Reggio Emilia (71-72 il risultato finale). Per questo episodio il giudice sportivo ha squalificato per una giornata il campo del Brindisi, sanzione poi commutata in un’ammenda di 10mila euro
Basket, l'Enel Brindisi farà causa agli ultrà
BRINDISI – L'Enel Brindisi Basket (LegaDue) ha dato mandato ai propri legali di avviare azione di risarcimento danni nei confronti di alcuni sostenitori che domenica scorsa si sono resi protagonisti di intemperanze durante e dopo la partita casalinga contro la Trenkwalder Reggio Emilia (71-72 il risultato finale). Lo rende noto la società con un comunicato. Al termine della gara una persona ha sferrato un calcio contro la porta dello spogliatoio degli arbitri. 

Per questo episodio il giudice sportivo ha squalificato per una giornata il campo del Brindisi, sanzione poi commutata in un’ammenda di 10mila euro. Lo stesso giudice sportivo ha inflitto alla società brindisina un’ammenda di 1.733 euro per lancio in campo di palle di carta e per uso di fischietti, che hanno disturbato il regolare svolgimento della partita. Gli autori dei due episodi sono stati individuati. La società ha deciso di far causa agli esagitati degli spalti anche perchè, si spiega nella nota, gli episodi hanno gettato discredito su una tifoseria che «si è sempre fatta apprezzare per la grande sportività ed accoglienza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione