Cerca

Taranto, sei a un bivio il derby farà chiarezza

Sembra già decisa la formazione in vista del difficile derby di Andria, cui non potranno partecipare i tifosi jonici per l'inagibilità del settore ospiti che dura da tre turni interni. Ecco le indicazioni emerse dalla partitella in famiglia disputata a Palagianello. Nella gara della Prima Divvisione di calcio, Prosperi dovrebbe sostituire lo squalificato Migliaccio, mentre sulla fascia sinistra difensiva potrebbe tornare Bolzan
• Papagni ridisegna l’Andria
• Foggia, l’alleato «Zaccheria»
• Capuano: «Potenza, così non va»
Taranto, sei a un bivio il derby farà chiarezza
di Giuseppe Dimito

TARANTO  - Sembra già decisa la formazione del Taranto in vista del difficile derby di Andria cui, purtroppo, non potranno partecipare i tifosi jonici per l'inagibilità del settore ospiti che dura da tre turni interni. Ecco le indicazioni emerse dalla partitella in famiglia disputata ieri pomeriggio a Palagianello. Fabio Prosperi dovrebbe sostituire lo squalificato Migliaccio, mentre sulla fascia sinistra difensiva potrebbe ritornare Bolzan. Il resto della formazione non dovrebbe subire variazioni. Al limite ci potrebbe essere il dubbio Berretti-Russo, ma il baby rossoblù ritornerà solo oggi ad allenarsi con il gruppo, dopo l’esperienza con la rappresentativa di categoria a Malta.

Migliaccio ha seguito l'allenamento in borghese. Innocenti non vi ha partecipato. L'ufficio stampa della società, nel comunicato giornaliero, ha precisato: «Innocenti è giunto a Taranto alle ore 18,30 (ieri, n.d.r.). Domani (oggi, n.d.r.) ci saranno le valutazioni dello staff medico sulle condizioni fisiche del ravennate. Sabato la possibile convocazione per Andria».

Corona ha girato ancora a parte, ma il settore tecnico assicura che l'ex mantovano non ha disputato la partitella di ieri a titolo precauzionale. Nel caso non dovesse farcela, Brucato ha provato Correa, centravanti arretrato come si diceva una volta. L'ex gallipolino, tuttavia, non si è messo in luce. Fra i più in palla è apparso Giorgino: a centrocampo non solo ha conquistato molti palloni, ma è anche riuscito a smistarli lungo le fasce. Fra gli sparring-partner si è particolarmente distinto Lolli. Bene i babies Gori (sa vedere il gioco) e Strambelli (probabilmente a torto trascurato considerato che fa della velocità una delle sue doti migliori). L'ex ternano potrebbe costituire una valida alternativa a Bolzan lungo quella fascia. Tanto più che il trainer jonico l'ha provato nel recente passato.

All'intero allenamento, costituito da una mezzora di esercitazioni tattiche e dalla partitella durata 54', ha presenziato il presidente D'Addario con il suo entourage per verificare da vicino i progressi dei suoi ragazzi.

La gara di Andria è molto difficile. Rappresenta praticamente un bivio alle ambizioni di alta classifica del Taranto. Solo i tre punti riusciranno a farla lievitare ed a ridare ai giocatori maggiore fiducia nei propri mezzi. Il pari rimanderebbe ad altra occasione il definitivo riscatto. La sconfitta avrebbe effetti non facilmente immaginabili. Sul piano della prestazione, il trainer rossoblù ha già chiesto una ulteriore crescita rispetto alla pur bella prova di domenica scorsa. Ha così evidenziato questo concetto: «Occorrerà far addirittura meglio di quanto abbiamo fatto con il Verona. L'aria del derby dovrà funzionare come propellente per riuscire ad incamerare i tre punti. Dovremo migliorare la circolazione della palla, gli inserimenti dei due esterni offensivi e velocizzare le due catene laterali per dare maggiore fluidità alla manovra e maggiore concretezza nel terminale della stessa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400