Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 13:51

Brucato non si fida del Taranto «Una rondine non fa primavera»

Il derby esterno di Andria costituirà un banco di prova efficace per il futuro nella Prima Divisione di calcio. Ma le prove incoraggianti, come quella contro la capolista Verona, hanno bisogno sempre bisogno della verifica. La pensa così anche il tecnico: «Contro il Verona siamo stati belli e, devo aggiungere, anche produttivi. Il gol di Scarpa era regolarissimo. Ma la bella prestazione non deve restare isolata»
• Foggia, è il momento di insistere
• Capuano scuote il Potenza
• Andria, ha firmato il brasiliano Chiaretti
Brucato non si fida del Taranto «Una rondine non fa primavera»
di Giuseppe Dimito

TARANTO -  Il derby esterno di Andria costituirà un banco di prova efficace per il futuro del Taranto. Ma le prove incoraggianti, come quella incamerate domenica contro la capolista Verona, hanno bisogno sempre bisogno della verifica. La pensa così anche l’allenatore Brucato.

«Una rondine non fa primavera. Contro il Verona siamo stati belli e, devo aggiungere, anche produttivi. Il gol di Scarpa era regolarissimo. L’assistente ha commesso un evidente errore. Ma la bella prestazione non deve restare isolata. Serve la continuità. Sono curioso di vedere come la squadra si esprimerà domenica ad Andria, poi in casa con il Cosenza, poi nella successiva gara di Coppa Italia nella città silana, poi ancora a Marcianise e così di seguito. La crescita dovrà evidenziarsi gara dopo gara e, chiaramente, dovrà essere accompagnata dai punti».

Ma va oltre l’analisi del tecnico rossoblù. Indica la strada per la definitiva rinascita: «Devono migliorare la fluidità della manovra, i movimenti dei due centrocampisti e le catene laterali». Sul modulo la discussione è sempre aperta. Il trainer jonico ha un concetto tutto suo: «Il 4-4-2 può anche andare bene; ma dovrà essere sorretto da una adeguata mentalità. Il risultato va inseguito con ferrea volontà e con grande determinazione. Altrimenti diventa tutto inutile».

Sul prossimo mercato di gennaio il presidente D’Addario ha annunciato qualche esclusione (4-5 calciatori). Brucato replica: «Ho in mente un mio progetto che sottoporrò all’attenzione del nostro patron. Fidatevi: è molto interessante».

La ripresa della preparazione, avvenuta ieri a Palagianello, non ha prodotto sostanziali novità. Innocenti non si è visto. Brucato dice che ha rinviato di un giorno il suo arrivo. Assente pure il baby Russo impegnato oggi a Malta con la nazionale Under 20 della Lega Pro. Corona, Viviani e Migliaccio si sono allenati a parte per problemi muscolari. Il capitano sarà assente ad Andria per squalifica. Berretti e Felci, dal canto loro, sono stati diffidati. Il giudice sportivo ha comminato al Verona una multa di 3mila euro perchè «i propri tifosi intonavano cori inneggianti le discriminazioni territoriali» ed al Taranto una di 1000 euro per esplosione di 3 petardi ed accensione di 3 fumogeni. Oggi doppia seduta. Domani partitella in famiglia a Palagianello a porte aperte. 

Intanto il Casms, Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive, ha deliberato in merito agli incontri con indici di rischio individuati dall’Osservatorio. Il Comitato ha determinato la misura della vendita di un biglietto singolo a spettatore per i seguenti incontri: Cosenza-Taranto (Coppia Italia Lega Pro) del 9 dicembre; Taranto-Cosenza (1^ Div. B Lega Pro) del 13 dicembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione