Cerca

Il Cras sale sull'ottovolante ma Pozzuoli cede solo alla fine

Per avere ragione in trasferta delle campane, le ragazze di Ricchini hanno infatti dovuto sudare nell'ottava giornata della serie A1 femminile di basket. Solo nei secondi finali le pugliesi sono riuscite ad avere ragione delle padrone di casa, sempre in partita per tutti i 40' fino al 62-65 finale. Decide una bomba di Greco. Il successo permette al Cras di mantenersi da solo in vetta. Nel prossimo turno, Taranto-Parma
• Legadue maschile: Imola-Brindisi 87-80
Il Cras sale sull'ottovolante ma Pozzuoli cede solo alla fine
POZZUOLI-TARANTO 62-65

GMA PHONICA POZZUOLI: Naydenova, Dixon 19, Benko 5, Walker 17, Grasso 14; Gonzalez 2, Barnes, Chesta 3, David ne, Van Malderen 2. All. Palumbo.
CRAS TARANTO: Wambe 5, Greco 13, Montagnino 8, Godin 4, Brunson 15; Gianolla ne, Mahoney 13, Siccardi, David 7, Giauro ne. All. Ricchini.
ARBITRI: Gasparri di Pesaro e Bernacchi di Milano.
PARZIALI: 13-8, 32-25, 44-49, 62-65
NOTE: T2 Pozzuoli 20/48, Cras 22/47; T3 Pozzuoli 3/8, Cras 3/16; TL Pozzuoli 13/23, Cras 12/19. Spettatori: 1050.

Taranto - Cras come un treno. Nel binario del campionato arriva a suonare l’ottava vittoria consecutiva. I due punti (al cardiopalmo, nel finale c’è la mano di Greco) pescati dal PalaErrico permettono a Taranto di tenere blindata la vetta della serie A1. Dopo questo successo, giovedì prossimo, 3 dicembre alle 20,30, il Cras ospiterà al PalaMazzola il Galatasaray Istanbul per la prima giornata di ritorno di Eurolega. In palio una grossa fetta per la qualificazione come terza classificata del gruppo A.

LA PARTITA - Buon avvio del Pozzuoli: 7-2 dopo 6’, 13-6 dopo 9’, con Walker che giganteggia a rimbalzo e segna sotto i vetri. Taranto, invece, fa fatica a contenere le scorribande campane. Il Cras è sotto di 5 punti alla fine del primo parziale. Nel secondo Montagnino suona la carica e spinge il Cras sul -4 del 12’. Ma la Phonica tiene duro. Lo fa soprattutto con la coppia di lunghe Walker-Grasso, che ispirano il 22-19 del 14’. Mahoney desta la sua squadra: -2 al 16’. Ma Walker non ci sta e finalizza un attacco fluido. Pozzuoli vola sul 32-22 del 18’. Taranto è in bambola, fallisce spesso le conclusioni di tiro. Taranto accorcia leggermente a fine primo tempo: -7.

Il Cras gioca con un altro piglio all’inizio della ripresa (40-30 totale a suo favore): 32-31 coi canestri di Mahoney. La rincorsa di Taranto si compie al 23’. Il break di 15-5 in 5’ a cavallo tra secondo e terzo atto vale il 37 pari. Ora il match è vissuto in equilibrio, con Pozzuoli che domina però a rimbalzo. La squadra di casa resta in superficie: 42-40 al 26’ con Walker sempre protagonista. Le risponde la connazionale Brunson: 42 pari al 27’. E’ la prova generale del primo vantaggio della partita del Cras, che al 28’ firma il 44-43 (Greco). Ancora Taranto che vola fila sul 49-43 (29’, 27-11 in 17’) al 29’. E’ il momento di Brunson, che alza la voce: 53-44 al 32’. Ma Pozzuoli non ci sta e preso in mano da Dixon (la guardia esce alla distanza) accorcia le distanze: 53-55 al 33’. Torna l’equilibrio in campo: 57-57 al 35’. Pozzuoli rimette in discussione la sfida. E con Dixon torna in vantaggio: +4 al 36’. Ma il Cras è miracoloso nel finale. Rovescia infatti con la tripla di Greco il -2 del 38’, che vale il +1 a 27” dalla fine. L’italo-americana si conferma cestista della “zona Cesarini”. Ancora un canestro, che suggella il successo.

RICCHINI: BRAVA GRECO, REZIONE VINCENTE - «La magia di Greco nel finale? Da lei ci aspettiamo numeri di tale portata. In questa occasione, la sua mano è stata vincente e decisiva. Ma in generale apprezzo la reazione avuta dalla squadra nella ripresa». Questo il commento a caldo del coach del Cras Roberto Ricchini. Sul suo volto il sudore di una battaglia, fortunatamente vinta. «Nel basket non si vince mai per caso – chiosa l’allenatore – noi, alla lunga, abbiamo pescato i frutti della nostra maturità. Sono soddisfatto, perché Pozzuoli è un campo spinoso per chiunque. Noi abbiamo avuto un impatto difficile, ma poi abbiamo trovato il gioco strada facendo. Ora resettiamo questo successo e tuffiamoci mentalmente alla sfida col Galatasaray». Ricchini resta concentrato. Con lui il Cras capolista dell’A1.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400