Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 06:26

Scherma - Coppa del Mondo di spada a Rota

Ha vinto a Stoccolma l'edizione 2004. Il vantaggio in classifica era tale che all'austriaco Marik, campione in carica, restava una sola possibilità per contrastare il successo dl milanese: vincere lo Challenge Bernadotte, gara di Coppa a punteggio maggiorato. Ma il campione austriaco non ci è riuscito
STOCCOLMA - Alfredo Rota ha matematicamente vinto oggi a Stoccolma l'edizione 2004 della Coppa del mondo di spada individuale maschile. Il suo vantaggio in classifica era tale che all'austriaco Christoph Marik, campione in carica, restava una sola possibilità per contrastare il successo del nostro carabiniere milanese: vincere oggi lo Challenge Bernadotte, gara di Coppa a punteggio maggiorato. Ma il campione austriaco non ci è riuscito, anzi la sua gara è finita anzitempo quando, nei sedicesimi di finale, si è fatto eliminare dallo svedese Robert Dingl (n.60 del ranking FIE) che si è imposto per 13-12 alla priorità. A quel punto per Alfredo Rota i giochi erano fatti e il prestigioso titolo assicurato. Comprensibile dunque che lo spadista milanese, dopo essersi facilmente sbarazzato di uno svizzero e dopo aver battuto (15-13) l'ucraino Dmitry Karuchenko, abbia ceduto per 10-15 al francese Jerome Jeannet negli ottavi di finale, classificandosi al nono posto assoluto. Alfredo Rota conquista così la sua prima Coppa del Mondo a conclusione di una stagione disputata su livelli eccezionali che gli ha già garantito la qualificazione per le Olimpiadi di Atene. Quest'anno Rota ha vinto ben tre volte in Coppa: a Bogotà e a Vancouver con punteggio maggiorato ed anche a Berna; inoltre si è classificato una volta secondo e quattro volte terzo. Il ventottenne carabiniere ha così commentato il successo: «Ovviamente sono molto felice. Ho seguito con trepidazione l'esito dell'assalto di Marik con Dingl, quando ho visto che aveva perduto, ho tirato in souplesse. E' un giorno bellissimo ed ora penso solo a godermi questa soddisfazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione