Cerca

L'Italia Under 21 si rimette in corsa agli Europei

Gli azzurri rimediano allo scivolone subito contro la Bielorussia: il 2-1 sulla Serbia rimette in sesto la classifica. Decisiva la doppietta di Sculli (sospetto fuorigioco sul primo gol). Rete del 2-2 annullata ingiustamente ai serbi. La qualificazione è rimandata a Italia-Croazia di martedì prossimo, sempre a Bochum
ITALIA-SERBIA MONTENEGRO 2-1 (1-0)

Italia (4-4-2): Amelia 5, Zaccardo 6, Barzagli 6.5, Bovo 6.5, Moretti 6, Mesto 6.5, De Rossi 6 (33' st Palombo sv), Donadel 6.5, Del Nero 6 (18' st Pinzi 6), Gilardino 5.5, Sculli 7 (38' st Brighi sv). (12 Agliardi 22 Zotti 4 Gamberini 16 Potenza 18 Rosina 20 Caracciolo 21 D' Agostino). All.: Gentile 6.5 Serbia & Montenegro (4-4-2): Disljenkovic 6 (1' st Milojevic 6), Bisevac 6, Basa 5.5, Jokic 6, Mijailovic 5.5, Milovanovic 6 (1' st Lazovic 5.5), Vurkevic 6.5, Lovre 6, Maric 6, Neziri 5.5 (23' st Matic sv), Delibasic 5. (12 Stajkovic, 2 Stancic, 4 Krasic, 11 Matic, 14 Miladinovic, 18 Petrovic, 19 Ivanovic, 20 Jankovic, 21 Dalovic). All.: V.Petrovic 5.5 Arbitro: Gilewski (Polonia), 6 Reti: nel pt 30' Sculli; nel st 8' Sculli, 41' Vukcevic.
Angoli: 8 a 4 per la Serbia.
Recupero: 1' e 3'.
Ammoniti: Gilardino e Lazovic per proteste, Zaccardo, De Rossi, Brighi, Palombo Maric e Bisevac per gioco scorretto, Pinzi per comportamento non regolamentare.
Spettatori: 5.000 circa Note - In tribuna il vicepresidente della Figc Giancarlo Abete. Prima del fischio d' inizio minuto di silenzio in memoria di Umberto Agnelli, motivo per cui l' Italia ha giocato con lutto al braccio.

** I GOL **

30' pt - Gilardino apre per Mesto che, dalla fascia destra crossa: Sculli si libera in area e di sinistro realizza il vantaggio azzurro con un tiro rasoterra.
8' st - De Rossi, con un tocco in profondità, serve Gilardino che, quasi dalla linea, crossa in area: per Sculli è facile il tocco in porta per il raddoppio azzurro.
41' - la Serbia accorcia, con un rasoterra angolato dal limite che Amelia vede forse in ritardo.

BOCHUM (GERMANIA) - L'Italia rimedia allo scivolone subito contro la Bielorussia: il 2-1 sulla Serbia rimette in sesto la classifica e le chances di arrivare prima o seconda nel girone sono cresciute notevolmente. Tutto è rimandato a Italia-Croazia di martedì prossimo, sempre a Bochum. Decisiva la doppietta di Sculli, mentre Gilardino ha forse pagato per la prima volta lo stress di una stagione da copertina e delle molte chiacchiere di mercato.
La sofferenza, però è stata enorme e il finale di grande affanno, anche se l'Italia ha ampiamente meritato il successo, giocando meglio che nel tesissimo esordio. I serbi erano riusciti a pareggiare, con un colpo di testa di Lazovic, annullato per un fuorigioco che le immagini tv hanno dimostrato inesistente, in pieno recupero. Grandi le proteste della Serbia, ma sul taccuino dell'arbitro sono finiti più azzurri: ben sei, tra cui Gilardino, che salterà l'ultima partita del girone.
E c'è un fuorigioco sospetto sul primo gol di Sculli. Anche la partita di questa sera era cominciata male, con un cartellino giallo per Gilardino, già ammonito (per simulazione) nel match d' esordio Italia-Bielorussia. Al 12' il bomber del Parma, un po' contratto, allontanava il pallone e protestava con l' arbitro dopo essere stato fermato in fuorigioco. Automatica per lui la squalifica, secondo il regolamento degli Europei: salterà la Croazia.
Una decina di minuti dopo la stella dell'attacco azzurro si faceva rimbalzare sul tallone un invitante passaggio di Mesto che l'aveva smarcato al limite dell'area. L'Italia continuava a fare gioco, senza però riuscire ad andare al tiro, anche perché la Serbia, imbottita di difensore e centrocampisti, lasciava in avanti il solo possente Delibasic, attaccante del Maiorca. Tuttavia, i serbi riuscivano ugualmente a farsi pericolosi: una punizione dal limite di Maric, alta di pochi centimetri sopra la traversa, (24') metteva i brividi. Alla mezz'ora arrivava il gol sospirato, con un tocco da opportunista di Sculli. Un gol che sbloccava definitivamente l'Italia.
Il vantaggio azzurro dei primi 45' costringeva la Serbia a cambiare modulo, passando alle due punte, con Lazovic partner di Delibasic. Il raddoppio azzurro arrivava quasi subito, poi, per nostra fortuna, Neziri sparava alle stelle un sinistro al volo davanti ad Amelia e il portiere respingeva in angolo, due minuti dopo, una insidiosa punizione di Bisevac.
Gli azzurri però calavano nel finale e la Serbia ci metteva l'anima per raggiungere il pareggio. Il gol del 2-1 di Vukcevic, con la complicità dell'incerto Amelia, rendeva incandescente il finale, con i serbi all'assalto e Gilardino dolorante. L'Italia stringeva i denti, ma subiva il gol rischiando troppo nel finale giallo.

Risultati e classifica del gruppo A degli Europei under 21 di calcio in svolgimento in Germania

A Oberhausen:
Bielorussia-Croazia 1-1
A Bochum:
Italia-Serbia/Montenegro 2-1
Classifica:
pti G v n p gf gs
1. Bielorussia 4 2 1 1 0 3 2
2. Serbia-Montenegro 3 2 1 0 1 4 4
3. Italia 3 2 1 0 1 3 3
4. Croazia 1 2 0 1 1 3 4

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400