Cerca

Taranto in emergenza per la sfida a Lanciano

Anche se Viviani è ritornato disponibile, si sono fermati Correa (febbre) e Falconieri (problemi ad una caviglia), mentre Spinelli soffre per la botta ad una caviglia rimediata giovedì scorso. Inoltre Quadri si è allenato a parte dopo cinque giorni di febbre. Di questi solo Correa e lo stesso Quadri sono stati inseriti nell'elenco dei 20 convocati per la gara di Prima Divisione di calcio in programma domenica
• Foggia, serve lo spirito di Rimini 
• Nulla di fatto per la vendita del Potenza
• Andria, Maccan fuori con la Cavese
• II Divisione: Siracusa-Manfredonia 0-0
Taranto in emergenza per la sfida a Lanciano
di Giuseppe Dimito

TARANTO - È sempre emergenza in casa tarantina, anche se Viviani è ritornato disponibile. L'ecografia al bicipite femorale sinistro non ha rilevato nulla di patologico, per cui ieri si è regolarmente allenato con il gruppo. Ma si sono fermati Correa (febbre) e Falconieri (problemi ad una caviglia), mentre Spinelli soffre per la botta ad una caviglia rimediata giovedì scorso. Inoltre Quadri si è allenato a parte dopo cinque giorni di febbre. Di questi solo Correa e lo stesso Quadri sono stati inseriti nell'elenco dei 20 convocati per Lanciano. La rifinitura di questa mattina a Palagianello dovrebbe sciogliere ogni dubbio. Se Correa sarà disponibile, la formazione potrebbe essere la seguente con il 4-3-1-2: Bremec; Calori, Migliaccio, Viviani, Bolzan; Lolli, Mezavilla, Giorgino; Correa; Corona e Russo. Se, viceversa, l'argentino non dovesse farcela, lo sostituirà Scarpa. Il modulo muterebbe nel classico 4-3-3. Quadri, dal canto suo, andrà al massimo in panchina.

Servirà una grossa prestazione, tutto cuore, grinta e decisione, per ritornare in Puglia con in tasca il risultato positivo. Solo la vittoria bilancerebbe, sia pure in parte, la dolorosa sconfitta di Portogruaro e ridarebbe un po' di sorriso sul volto dei tifosi tarantini. In difesa non dovranno essere commessi errori; a centrocampo bisognerà contestualmente rintuzzare gli attacchi frentani (spesso condotti lungo le fasce) e riproporre i propri. Nella fase offensiva toccherà al duo Lolli-Giorgino cercare l'ampiezza e la profondità sulle fasce ed effettuare cross per il sinistro di Corona. Russo, invece, va servito con penetrazioni centrali in quanto il ragazzino di Paolo VI è rapido e svelto nel controllo della sfera e nel succesivo tiro in porta. Se Correa non dovesse giocare, sarà Scarpa a dover compiere sulla fascia mancina i compiti di Giorgino. Il Lanciano, in casa, ha segnato solo 5 gol, quattro dei quali nelle due gare con Pescara ed Andria. Ha incassato 11 reti: è la più perforata negli incontri interni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400