Cerca

Schumi in pole nel GP d'Europa. Trulli terzo

Un giro fantastico significa per il tedesco la sessantesima pole in carriera. Adesso è a cinque lunghezze dal record di Senna. Dietro il ferrarista la Bar di Sato, che sarà il primo giapponese a partire dalla prima fila. Quarto Raikkonen su McLaren. Settimo tempo per Barrichello
NURBURGRING - Un giro fantastico significa per Schumacher la sessantesima pole in carriera. Il suo tempo nella qualifica del Gp di Europa, 1'28"351, oltre 3" sotto la pole stabilita un anno fa da Kimi Raikkonen in 1'31"523, annichilisce la concorrenza: Takuma Sato, che con la Bar Honda ottiene un risultato storico per il Giappone, è staccato di 635 millesimi, mentre Jarno Trulli conferma lo stato di grazia suo e della Renault, dopo la vittoria a Montecarlo, ed è terzo a 784 millesimi.
La grande prestazione della F2004 del campione del mondo coincide con il rilancio della McLaren: Kimi Raikkonen è quarto ad appena 2 millesimi da Trulli, nonostante un passaggio sull'erba. L'altra Bar di Janson Button è quinta, davanti alla Renault di Fernando Alonso e all' altra Ferrari di Rubens Barrichello, appena settimo e staccato di 1.002 millesimi. Il brasiliano precede le Williams di Juan Pablo Montoya e di Ralf Schumacher.
La qualifica ha visto la rinuncia a girare di Giancarlo Fisichella e di David Coulthard: il romano della Sauber ha probabilmente calcolato che, perdendo dieci posizioni dopo la rottura del motore ieri, non aveva senso andare in pista. Per Coulthard, rimasto fermo al giro di rientro nella prequalifica, probabilmente il discorso riguarda la volontà di correre domani con la propria vettura e non con il muletto. Mark Webber, con la Jaguar, 12/o in 1'30"797, sarà penalizzato di 1" per non aver rispettato ieri il regime di bandiere blu e dovrebbe perdere due posizioni in griglia. Sotto investigazione dei commissari è anche la posizione della Minardi di Gianmaria Bruni, per verificare se è partito per le prequalifiche prima del semaforo verde.
La prestazione di Schumacher e della Ferrari riscatta un weekend abbastanza insolito: al Nurburgring è la prima volta, in questa edizione, che una Ferrari è la più veloce in una sessione. La reazione del campione del mondo, vincitore delle prime cinque gare della stagione e ritiratosi per un incidente nel tunnel di Montecarlo con Juan Pablo Montoya, è stata prodigiosa. Il suo giro veloce è stato perfetto, senza sbavature, su un asfalto che sembra favorire le squadre gommate Michelin. In effetti c' è molto del suo, in questa 60ª pole, che lo avvicina all'unico record che gli manca, le 65 di Ayrton Senna. Una risposta adeguata in un momento delicato della stagione, quando l'attacco della Bar e un'eventuale vittoria di Button avrebbe potuto rimettere in discussione un mondiale sin qui dominato. Grande anche la prestazione di Trulli, che conferma il suo momento magico e che continua ad essere nettamente più veloce di Alonso, ribaltando la situazione dell' anno scorso. Il pescarese, che a Montecarlo ha rotto il ghiaccio e ha ottenuto la prima vittoria dopo 119 gare, evidentemente ha superato i problemi psicologici, anche con l'aiuto di Flavio Briatore. Il campionato si fa più interessante. Dietro Schumacher, che fa mondiale a sé, il duello tra Barrichello, peraltro ancora alle prese con qualche problema nel tirare fuori il massimo dalla sua F2004, Button, Trulli, Montoya, Alonso e anche Ralf Schumacher e Sato, diventa avvincente.
Su una pista di velocità medio-alta, dove c'è il sole ma dove di solito c'è anche notevole variabilità meteorologica, dove l'anno scorso la qualifica fu dominata da Raikkonen, ma alla fine fu doppietta Williams (vinse Ralf), davanti a Barrichello, la gara si preannuncia ricca di emozioni. Anche se il passo della Ferrari, e specialmente quello di Schumacher, si sono dimostrati ancora superiori a quello della concorrenza.

Questa la griglia di partenza del Gp d'Europa, settima gara del Mondiale di Formula 1

Prima fila:
Michael Schumacher (Ger/Ferrari) 1:28.351
Takuma Sato (Gia/Bar-Honda) 1:28.896
Seconda fila:
Jarno Trulli (Ita/Renault) 1:29.135
Kimi Raikkonen (Fin/McLaren-Mercedes) 1:29.137
Terza fila:
Jenson Button (Gbr/Bar-Honda) 1:29.245
Fernando Alonso (Spa/Renault) 1:29.313
Quarta fila:
Rubens Barrichello (Bra/Ferrari) 1:29.353
Juan Pablo Montoya (Col/Williams-Bmw) 1:29.354
Quinta fila:
Ralf Schumacher (Ger/Williams-Bmw) 1:29.459
Olivier Panis (Fra/Toyota) 1:29.697
Sesta fila:
Cristiano Da Matta (Bra/Toyota) 1:29.706
Christian Klien (Aut/Jaguar-Cosworth) 1:31.431
Settima fila:
Nick Heidfeld (Ger/Jordan-Ford) 1:31.604
Mark Webber (Aus/Jaguar-Cosworth) 1:31.797
Ottava fila:
Giorgio Pantano (Ita/Jordan-Ford) 1:31.979
Felipe Massa (Bra/Sauber-Petronas) 1:31.982
Nona fila:
Zsolt Baumgartner (Ung/Minardi-Cosworth) 1:34.398
David Coulthard (Gbr/McLaren-Mercedes)
Decima fila:
Giancarlo Fisichella (Ita/Sauber-Petronas)
Gianmaria Bruni (Ita/Minardi-Cosworth) 1:34.022
Fisichella e Coulthard hanno preferito non partecipare alle qualifiche per problemi di motore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400