Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 10:03

Roma-Bari, all'Olimpico presenti seimila baresi

Incontenibile. L’entusiasmo dei baresi fa registrare il tutto esaurito. In due giorni, già «bruciati» i cinquemila e cinquecento tagliandi (in principio erano duemila in meno, poi grazie all’intervento del presidente Matarrese la disponibilità è quasi raddoppiata) che la Roma ha messo a disposizione dei tifosi del Bari per il settore ospiti dello stadio Olimpico. La gara della A di calcio si giocherà domenica alle ore 15
• Almiron sa solo vincere
• Gli arbitri in serie A
Roma-Bari, all'Olimpico presenti seimila baresi
BARI -  Incontenibile. L’entusiasmo dei baresi fa registrare il tutto esaurito. In due giorni, già «bruciati» i cinquemila e cinquecento tagliandi (in principio erano duemila in meno, poi grazie all’intervento del presidente Matarrese la disponiobilità è quasi raddoppiata) che la Roma ha messo a disposizione dei tifosi del Bari per il settore ospiti dello stadio Olimpico.

Una cifra pazzesca, tenendo conto della crisi economica che ormai attanaglia la maggiorparte delle famiglie italiane e del fatto che Roma non è propriamente dietro l’angolo. Eppure, udite udite, in città c’è ancora fermento. C’è gente che non si dà pace, che non vuol proprio saperne di rassegnarsi all’idea di non vedere la partita dal vivo. I biglietti, insomma, non bastano.

C’è, però, chi è passato al piano bis. Acclarata l’impossibilità di assistere a Roma-Bari insieme alla curva biancorossa, che sarà come sempre uno spettacolo... nello spettacolo, sono in tanti quelli che stanno acquistando tagliandi di altri settori. Famiglie intere, anche donne e bambini al seguito di una squadra che, obiettivamente, questo entusiasmo lo merita tutto. Dall’allenatore all’ultimo dei calciatori.

Roberto Slendorio, uno dei «capi» storici della curva nord, invita però alla calma ricordando come questa «non sia propriamente una trasferta tranquilla. L’ideale sarebbe, insomma, stare quanto più possibile tutti insieme».

La speranza è che si riesca, anche e soprattutto grazie al prezioso apporto degli agenti della Digos, a tenere la situazione sotto controllo anche perché «considerate le segnalazioni giunte in merito ai comportamenti assunti dai tifosi del Bari in ambito ferroviario ed autostradale, in occasione della trasferta a Genova, l’Osservatorio, nel rimarcare il deplorevole comportamento posto in essere dai tifosi del Bari, che innalza il livello di rischio soprattutto negli spostamenti per le trasferte, manterrà una particolare attenzione nei confronti della tifoseria pugliese, attraverso il costante monitoraggio degli incontri in programma».

Una diffida bella e buona. L’impressione è che la tifoseria biancorossa sia all’ultima chiamata. Dovessero verificarsi ulteriori incidenti potrebbe scattare l’interdizione alle trasferte. Con tutto quello che ne consegue, a cominciare dal disagio che ne patirebbe la squadra, ormai abituata ad essere «spinta» da una curva ribollente di entusiasmo.

I DUBBI DI VENTURA Il Bari ha svolto ieri una doppia seduta di allenamento con un programma diviso tra campo e palestra. La buona notizia per il tecnico, Giampiero Ventura, è rappresentata dal rientro in gruppo del centrocampista Almiron: l’argentino ha lavorato con una fasciatura al ginocchio destro e potrebbe essere disponibile per la trasferta all’Olimpico contro la Roma.
È rimasto fermo il terzino Salvatore Masiello mentre il centrocampista Gazzi ha seguito un programma differenziato. Lavoro a parte anche per il laterale Rivas e il difensore Ranocchia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione