Cerca

Bari senza pace Si ferma Almiron

Periodo nero, forse è meglio convocare uno stregone per provare a mettere al sicuro i biancorossi da questa congiunzione astrale sfavorevole. Si è fermato anche il centrocampista: nella partitella in famiglia (si è rivisto Paro, reduce dall’intervento al ginocchio) ha rimediato una botta al ginocchio destro. Il sudamericano si accompagna ai guai già noti: Salvatore Masiello, Gazzi, Rivas, Ranocchia
• Barreto: «Con la Roma si gioca a calcio...»
Bari senza pace Si ferma Almiron
di Fabrizio Nitti

BARI - Periodo nero, momentaccio, forse è meglio convocare anche uno stregone per provare a mettere al sicuro il Bari da questa congiunzione astrale diciamo sfavorevole. Si è fermato anche il centrocampista Almiron: l'argentino nella partitella in famiglia (si è rivisto Paro, reduce dall’intervento al ginocchio) ha rimediato una botta al ginocchio destro avvertendo un dolore al legamento collaterale.

Il sudamericano si accompagna ai guai già noti: Salvatore Masiello, Gazzi, Rivas, Ranocchia. Difesa e centrocampo ai minimi termini, insomma. In più, giusto per «abbellire» il quadro, ieri Ventura si è presentato in sala stampa con una mano fasciata. Il tecnico ha provato a scherzarci sopra, spacciando la fasciatura come un tentativo di emulare Mourinho: «Ormai - ha detto - faccio tutto come Mourinho... E mi metto pure la fascia alla mano...». In verità accusa un dolore alla mano sinistra.

La realtà, però, è che il Bari vive una vera emergenza infortuni e si avvicina alla settimana della «marcia su Roma» con mille preoccupazioni. Questa sera dovrebbe rientrare in sede Ranocchia: domani il difensore dell’Under 21 si sottoporrà ad una risonanza magnetica per valutare l’entità del problema muscolare accusato con la Nazionale di Casiraghi (edema semi-membranoso), ma il suo recupero per la trasferta all’Olimpico resta incerto. Lo stesso Almiron domani testerà la sua tenuta dopo due giorni di riposo. «Nemmeno una grande squadra - ha poi detto Ventura - può cambiare cinque undicesimi della sua formazione e non accusare contraccolpi. Per questo spero di recuperare almeno un paio di acciaccati per la gara dell’Olimpico. A sinistra al posto di Salvatore Masiello schiererò Parisi. Mi auguro che Ranocchia possa farcela. A centrocampo se Almiron dovesse dare forfait, dovrò scegliere tra Allegretti e De Vezze».

«Affronteremo tante grandi - ha detto Ventura - tranne il Siena. Questa squadra ha dimostrato di poter far bene contro le formazioni più forti e di uscire dal campo, da San Siro per ben due volte, con il rammarico di aver raccolto troppo poco. Sulla carta potremmo perdere anche sei partite, ma credo che - se saremo al completo - potremo invece levarci belle soddisfazioni. E girare come minimo a 24 punti. I tifosi al San Nicola? Forse il ds Perinetti aveva altre aspettative anche ripensando allo scorso campionato. Io posso dire che giorno dopo giorno sta crescendo il feeling tra tifosi e squadra. La squadra non può fare a meno dei suoi tifosi e viceversa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400