Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 02:28

Il Cras «corsaro» in... Riga le lettoni

Il primo acuto in Eurolega di basket femminile, Taranto lo emette a Riga. Contesto favorevole. Il match presenta un avversario limitato. La squadra di Ricchini lo vince, sfruttando il suo peso tecnico. La storia è chiara dall’inizio. Fila subito il Cras: 10-0 al 3’. Partita scialba. Ma l’importante per le ioniche era sbloccarsi per poter continuare a sperare nella qualificazione agli ottavi di finale
• Rusconi allenatore-giocatore del Cus Bari
Il Cras «corsaro» in... Riga le lettoni
TTT RIGA-CRAS 59-70 

TTT RIGA: Krumberga 7, Karklina 4, Weaver 9, Lima 10, Brumermane 8; Willis 14, Dreimane ne, Eibele 7, Pagode ne, Veimberga, Surkusa. All. Cukste.
CRAS TARANTO: Wambe 7, Mahoney 7, Montagnino 17, Godin 6, Brunson 17; Gianolla ne, Siccardi 2, Greco 9, David 5, Giauro, Prado ne. All. Ricchini.
ARBITRI: Jasevicius (Lituania), Halliko (Estonia), Andersson (Finalndia).
PARZIALI: 13-19, 27-42, 42-61, 59-70.

TARANTO - Il primo acuto in Eurolega, il Cras lo emette a Riga. Contesto favorevole. Il match presenta un avversario limitato. La squadra di Ricchini lo vince, sfruttando il suo peso tecnico.

La storia è chiara dall’inizio. Fila subito il Cras: 10-0 al 3’. Wambe conduce giocate veloci, concretizzandole in sinergia con Mahoney e Brunson. L’avversario rimane nel suo guscio. A tirarlo fuori è la new entry Willis. La guardia americana si intrufola nell’area jonica, indicando alle compagne la via del canestro. È la penetrazione (ben usata anche da Lima e Weaver) che fa barcollare la difesa di Taranto. Gradualmente, subendo i canestri ad intermittenza delle pugliesi (fucilate di Montagnino, incursioni di Brunson), il TTT Riga avvicina l’avversario. Il parziale di 22-15 in 9’ spinge le lettoni a -3 al 12’. È un avvertimento che sveglia il Cras.

Ricchini mette in ordine la difesa nel timeout ed al rientro in campo la sua squadra offre un basket efficace. Serve la concentrazione per mettere alla sbarra un avversario in crisi tecnica. La sua superiorità Taranto la sfrutta, calando il break di 17-5 (triple di Montagnino, piroette vincenti di Godin) che la fa andare negli spogliatoi con il +15 rassicurante. Alla ripresa il copione non cambia. Anzi il Cras appesantisce la sua superiorità. Riga resta modesta, non reagisce. Mahoney e Greco ispirano il +21 del 16’. Stesso vantaggio del 18’, firmato da Brunson, che tiene vivo lo spettacolo in un contesto poco stimolante. La difesa di Riga, infatti, è friabile. La buca Greco al 33’: +21. La giocatrice di Los Angeles si conferma cestista dell’ultimo parziale. Questa volta i suoi canestri non liberano il Cras da un pericolo. Ma servono a tenere desta la concentrazione. La invoca Ricchini nel timeout del 35’. In campo la sua squadra, invece, ritira i gli ormeggi. Ne approfitta Riga, che tenta l’assalto disperato. Il gruppo di Cukste arriva sino al -11. Non basta. Vince Taranto dopo una partita scialba. Ma l’importante era sbloccarsi in Eurolega.

Alessandro Salvatore

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione