Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 06:07

Taranto, devi avere fiducia in vista di un ciclo terribile

La squadra ionica è in zona playoff della Prima Divisione di cacio. Occupa il quinto posto sia pure in compagnia di Cosenza e Ravenna. I tre punti con la Cavese hanno fatto lievitare il morale. Tanto più che i cosiddetti impegni "pesanti" sono veramente dietro l'angolo. Fino al giro di boa dovrà recarsi tre volte fuori (Portogruaro, Lanciano ed Andria) e due sole volte giocherà in casa (Verona e Cosenza)
• Andria si trova davanti al bivio
• Foggia, Salgado l’àncora di salvezza?
• Potenza, incontro Postiglione-Visentin
Taranto, devi avere fiducia in vista di un ciclo terribile
di Giuseppe Dimito

TARANTO - Il Taranto è nei playoff. Occupa il quinto posto sia pure in compagnia di Cosenza e Ravenna. I tre punti con la Cavese, sul piano strettamente psicologico, hanno fatto lievitare morale e fiducia. Tanto più che i cosiddetti impegni "pesanti" sono veramente dietro l'angolo. Fino al giro di boa gli uomini di mister Brucato dovranno recarsi tre volte fuori casa (nell'ordine Portogruaro, Lanciano ed Andria) e due sole volte giocheranno allo "Iacovone" (Verona e Cosenza). Se si riuscirà innanzitutto a non perdere, ma anche a vincere almeno un paio di partite, si potrà completare il girone d'andata almeno a quota 27. Ovviamente occorrerà disputare il ritorno a velocità doppia per ben piazzarsi nella griglia dei playoff dopo i necessari "ritocchi" nel prossimo mercato di gennaio.

Sulla vittoria contro la Cavese il trainer rossoblù è parso misurato nelle sue valutazioni: «Ritengo che il nostro successo sia meritato perché ci siamo procurati un numero maggiore di palle-gol. La formazione ospite ci ha un po' messo in difficoltà nei primi 20'-25', ma alla lunga è calata. Nella ripresa il pallino del gioco è caduto sui nostri piedi. Oltre al gol di Correa, abbiamo avuto un altro paio di opportunità per segnare mostrando quel carattere già espresso in altre precedenti partite». Ciò nonostante il livello del gioco espresso dai rossoblù non ha del tutto soddisfatto. La squadra è andata avanti spesso a strappi come accade ad un'automobile cui fanno difetto le candele. Dice il trainer jonico: «In effetti il gioco espresso non è stato dei migliori. Un po' siamo stati traditi dal terreno di gioco, un po' dovremo migliorare nella circolazione della palla. In futuro dovremo essere bravi, soprattutto a centrocampo, nell'impostare meglio la manovra, facendo argine quando il pallone capita sui piedi dei nostri avversari e, contestualmente, ripartire con una certa velocità per cogliere impreparata la difesa avversaria. Ma ciò che mi preme dire è dovremo essere bravi e cinici a finalizzare le azioni. Finora non ne ho voluto parlare per non piangerci addosso, ma voglio ricordarvi che Innocenti manca da quattro turni. E' il nostro unico riferimento centrale in avanti». Rovesciando la medaglia ci sono da annotare i risvolti positivi che la gara di ieri l'altro ha mostrato: «La squadra prende pochi gol. Da quando sono a Taranto, ne abbiamo incassati solo tre, di cui due con il Potenza. Mi sembra un buon risultato. Sappiamo fare molto bene la fase difensiva che costituisce il primo passo verso il raggiungimento dei risultati positivi. Abbiamo valorizzato tre giovani molto interessanti come Russo, Berretti ed Imparato. Contro la Cavese Imparato si è messo in luce fallendo per un niente persino il gol. La classifica è buona, ma possiamo fare qualcosina in più».

Per i tifosi tarantini ci sono 1200 biglietti per la gara di Portogruaro al costo di 12 euro più i diritti di prevendita. Bisogna recarsi al botteghino della tab. Caracciolo, in viale Trentino /c con un documento valido.

La preparazione per la prossima trasferta di Portogruaro è ripresa ieri pomeriggio. Rimbalza una notizia positiva: Innocenti ha lavorato finalmente con il gruppo. Guariti anche Felci, Spinelli e Nocentini. E' rimasto a casa Magallanes per febbre. Da oggi a venerdì allenamenti a Palagianello. Infine il presidente della Figc, Giancarlo Abete, ha designato lo Iacovone per la disputa di Italia-Germania under 20 del torneo delle Quattro Nazioni con inizio alle ore 18.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione