Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 21:08

Pennetta dà all'Italia la Federation Cup

Per la seconda volta la Nazionale di tennis femminile vince la più prestigiosa competizione internazionale a squadre, bissando lo storico successo del 2006. Gli Stati Uniti sono ko in finale: il terzo e decisivo punto, quello del 3-0, lo ha conquistato la numero uno azzurra, la brindisina Flavia Pennetta, che non ha lasciato scampo alla diciottenne Melanie Oudin, battuta con il punteggio di 7-5, 6-2
Pennetta dà all'Italia la Federation Cup
REGGIO CALABRIA – Per la seconda volta l’Italia al femminile vince la Fed Cup, la più prestigiosa competizione internazionale a squadre, bissando lo storico successo del 2006. Gli Stati Uniti sono ko: il terzo e decisivo punto, quello del 3-0, lo ha conquistato la numero uno azzurra Flavia Pennetta, che non ha lasciato scampo alla diciottenne Melanie Oudin, battuta con il punteggio di 7-5, 6-2 in un’ora e mezza. Grazie a questo successo l’Italia diventa la prima nazione del mondo nella classifica dell’ITF, la federazione internazionale. Per le azzurre si trattava della terza finale negli ultimi quattro anni, a riprova di una continuità di rendimento eccezionale

«È un’emozione fantastica». Sono state queste le prime parole della ventisettenne brindisina Pennetta dopo il successo. Subito dopo avere chiuso il punto vincente, si è inginocchiata, piangente, sulla terra rossa del centrale del circolo Polimeni di Reggio Calabria. Poi la corsa verso la panchina e l’abbraccio con le compagne, il capitano Corrado Barazzutti e tutto lo staff. «Abbiamo vinto tutti insieme» ha detto la Pennetta. Una valutazione condivisa dalla seconda singolarista azzurra, Francesca Schiavone: «è stata la vittoria del gruppo».

«Queste ragazze hanno riscritto la storia del tennis italiano». È raggiante Corrado Barazzutti. «Credo – ha aggiunto il capitano – che sia una delle squadre più forti in assoluto dello sport italiano. Lasceranno un libro con scritte cose meravigliose». «La prima vittoria – ha detto poi Barazzutti – è stata straordinaria, ma la seconda, in casa, davanti ad un pubblico stupendo, va oltre il limite. Queste ragazze sono meravigliose».

Finisce 4-0 per l’Italia la finale. Nell’ultimo incontro, che i capitani delle squadra hanno deciso essere il doppio, Sara Errani e Roberta Vinci hanno battuto Liezel Huber e Vania king per 4-6 6-3 e 11-9 nel «super tiebreak» disputato sulla lunghezza di dieci punti in sostituzione del terzo set.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione