Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 09:00

Il Gallipoli brinda Frosinone battuto

Nel 13° turno della B di calcio, vittoria importantissima dei salentini. La squadra di Giannini passa in vantaggio nella ripresa con Scaglia (66'). Il pareggio arriva subito (70') con Caetano, ma un minuto dopo (71') è Pederzoli a dare il successo ai pugliesi. Finisce 2-1. Gara iniziata con 20' di ritardo per un acquazzone che ha reso temporaneamente impraticabile lo stadio di via del Mare
• I risultati: Mantova sbanca Piacenza
• La classifica: anche l'Ascoli a quota 15
• I cannonieri: Bianchi 9, Caracciolo 8
• Il prossimo turno: Cittadella-Gallipoli
Il Gallipoli brinda Frosinone battuto
GALLIPOLI-FROSINONE 2-1 (0-0 nel primo tempo)

GALLIPOLI (3-5-2): Sciarrone 7; Abbate 6.5 (9'st Franchini 6), Grandoni 6, Scaglia 7; Sosa 6, Mancini 6.5, Pederzoli 6.5, Viana 6 (34'st Moro sv), D’Aversa 6.5; Ginestra 6 (30'st Daino sv), Di Carmine 6.5 In panchina: Garavano, Di Gennaro, Mounard, De Petris. Allenatore: Giannini 7.
FROSINONE: (4-2-3-1): Sicignano 6; Semenzato 5.5, Scarlato 6, Maietta 5.5, Bocchetti 6; Troianiello 6, Caremi 6 (38'st Mazzeo sv); Basha 6.5, Calil 6, Aurelio 5.5 (7' st Basso 5,5); Santoruvo 6 (17' st Jefferson). In panchina: Frattali, Bolzoni, Gucher, Giubilato. Allenatore: Moriero 6.
ARBITRO: Saccani di Mantova 6.
RETI: 20'st Scaglia, 23'st Calil, 26'st Pederzoli. 
NOTE: Gara iniziata con 20' di ritardo per le cattive condizioni del terreno di gioco dopo un violenta pioggia. Spettatori: 769 per un incasso di Euro 6260,43. Ammoniti: D’Aversa, Di Carmine. Angoli: 7-4 per il Gallipoli. Recupero: pt 1'; st 4'.

LECCE - Nella tredicesima giornata della serie B di calcio, importantissima vittoria del Gallipoli, adesso a quota 15 in classifica. La squadra di Giannini passa in vantaggio nella ripresa con Scaglia (66'). Il pareggio arriva subito (70') con Caetano, ma un minuto dopo (71') è Pederzoli a dare il successo ai pugliesi. Finisce 2-1. la partita è iniziata con 20' di ritardo per via del maltempo che ha colpito la città di Lecce dove era in programma il match. Il ritardo si è reso necessario per permettere agli addetti di poter ridisegnare le linee bianche del terreno di gioco dello stadio di via del mare.

IL COMMENTO ALLA GIORNATA - Giornata da dimenticare, questa tredicesima del campionato di Serie B, sia per l’Ancona che per il Frosinone, due fra le squadre protagoniste della prima fase della stagione. I dorici sono stati sconfitti allo stadio Scida da un Crotone in vena di prodezze, i ciociari di Francesco Moriero si sono arresi sul neutro di Lecce alla matricola Gallipoli, sempre più sorprendente, se non altro perchè non gioca mai in casa. 

Il Cesena non è riuscito ad andare al di là dello 0-0 con l'AlbinoLeffe di Emiliano Mondonico; del pareggio del Manuzzi ha approfittato il Padova – altra matricola terribile – che ha agganciato i romagnoli al secondo posto della classifica. Lunedì toccherà a Torino e Lecce, due squadre che puntano alla promozione e che, di certo, regaleranno spettacolo sul terreno dello stadio Olimpico. Ai salentini basterebbe anche un pari per ritrovarsi da soli in vetta alla classifica. 

Tornando alle partite odierne, ed al clamoroso tonfo del Frosinone, va detto che questa volta ai ciociari non è bastato il solito golletto di Calil, bravo a fissare il risultato di parità. Poi, però, ci ha pensato Pederzoli a riportare il Gallipoli avanti fino alla fine del match. 

Seconda vittoria consecutiva del Crotone in campionato: ad arrendersi questa volta è stato l’Ancona capolista: Bonvissuto, su assist di De Martino, e Mazzarani hanno tirato fuori i calabresi dalla zona calda della classifica. 

Spicca la rimonta del Brescia che, dopo essersi trovato sotto di due reti contro la Triestina, è stato trascinato da Andrea Caracciolo, autore di una doppietta che vale oro colato ed allontana gli spettri della crisi. Almeno per il momento. L’Ascoli (4 punti nelle ultime 8 partite) non è riuscito a mettere sotto il Cittadella, nonostante il vantaggio di Antenucci. Grande prova di forza del Padova contro la Salernitana che, per la prima volta con Grassadonia in panchina, non ha saputo porre fine alla crisi di risultati. I campani hanno a lungo impegnato i padroni di casa, ma alla fine sono stati costretti ad arrendersi. 

Sassuolo e Modena, così come Vicenza e Grosseto, si sono divisi la posta in palio senza segnare nè subire reti, mentre il Mantova ha domato in trasferta il Piacenza, sempre più in basso in classifica e con poche speranze di risalita se non cambierà qualcosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione