Cerca

La brindisina Licchetta in evidenza alla Swiss Cup disputata a Zurigo

Dopo l’ottavo posto mondiale, la ginnasta conquista una nuova partecipazione prestigiosa con la Nazionale italiana prendendo parte alla competizione. Davanti ad oltre diecimila persone, l’Italia (classificatasi al settimo posto) era rappresentata anche dall'atleta pugliese della “Ginnastica La Rosa Brindisi”. In gara dodici nazionali fra le più forti al mondo: Romania, Russia, Ucraina, Cina, Germania, Olanda, Svizzera
La brindisina Licchetta in evidenza alla Swiss Cup disputata a Zurigo
BRINDISI - Dopo l’ottavo posto mondiale, Serena Licchetta conquista una nuova partecipazione prestigiosa con la nazionale italiana prendendo parte alla “Swiss Cup 2009”, di Zurigo.

Davanti ad oltre diecimila persone, l’Italia era presente con Serena Licchetta, atleta di spicco di “Ginnastica La Rosa Brindisi”, accompagnata da Luigi Piliego e dal ginnasta azzurro Enrico Pozzo, accompagnato da Andrea Sacchi.

In gara dodici nazionali fra le più forti al mondo: Romania, Russia, Ucraina, Cina, Germania, Olanda, Svizzera.

L’Italia ha dovuto fare a meno però di Enrico Pozzo, infortunatosi in allenamento, con Serena Licchetta che ha dovuto fare squadra con Roman Gisi, atleta svizzero “prestato” agli azzurri per permettere loro di partecipare regolarmente alla manifestazione.

Serena Licchetta è stata autrice di un ottima prova con l’Italia che si è classificata al settimo posto con un punteggio totale di 83.875, davanti alla Cina e alla Romania. La Swiss Cup 2009 è stata vinta poi dalla Germania.

Intanto, nuovi brillanti risultati per la “Ginnastica La Rosa Brindisi” che, a Monopoli, ha ottenuto le vittorie delle cinque ginnaste in gara. Nella finale del campionato regionale agonistico di alta specializzazione e specialità, le atlete allenate da Barbara Spagnolo e Luigi Piliego si sono guadagnate il titolo di campionesse regionali nelle proprie categorie.

Nel volteggio e nel corpo libero, titolo per Silvia Pentassuglia mentre Beatrice Di Caro si è distinta alle parallele oltre a classificarsi seconda al corpo libero dietro la compagna di squadra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400