Cerca

Messina-Palermo vale la A, Bari-Catania la salvezza

Serie B: quarantatreesimo turno importante sia al vertice sia in zona retrocessione. I biancorossi, che hanno quattro punti di vantaggio sul Pescara quart'ultimo, possono risucchiare altre squadre. Al San Nicola (ore 20,30) arbitrerà Racalbuto. Il derby siciliano affidato a Rodomonti
Sette pretendenti alla A per 5 posti e mezzo. Solo una dovrà accantonare definitivamente i sogni di gloria, mentre un'altra si giocherà le sue chance nello spareggio con il Perugia. Quattro le giornate a disposizione e la lotta è sempre più interessante. Spicca il derby siciliano in programma sabato sera al «Celeste» tra Messina e Palermo. Una sfida ricca di contenuti interessanti: mai come adesso la Sicilia ha visto così vicina la massima serie da due sponde diverse e se per il Palermo era l'obiettivo stagionale, il Messina ha sorpreso tutti grazie soprattutto al buon lavoro di Bortolo Mutti che quando è arrivato ha trovato la squadra all'ultimo posto in classifica. Si è parlato tanto di un pareggio che, classifica alla mano, sarebbe gradito ad entrambe, ma difficilmente le due squadre applicheranno un patto di non belligeranza considerata la storica rivalità e il fatto che i tre punti sarebbero un'autentica ipoteca.
Il Cagliari va a Genova dove affronterà una squadra non più tranquilla e bisognosa di punti. I sardi aspettano anche notizie da Messina e puntano a ritrovarsi in testa alla classifica a fine giornata. Turno favorevole al Livorno che in casa affronta il Torino. La formazione toscana in casa ha sempre disputato ottime partite e sarà importante non far leva sulla tranquillità del Torino che già la scorsa settimana ha tolto punti preziosi al Piacenza. L'Atalanta va a Terni contro una squadra che solo da qualche settimana è uscita dal giro promozione e che certamente vorrà rendere la vita difficile a squadre che sono ancora in lotta.
Ed eccoci alle due squadre che si trovano nella posizione più delicata ossia il Piacenza e la Fiorentina. Rischia la squadra di Cagni che sarà ospite di un Verona con l'acqua alla gola che non può più concedersi passi falsi. Sembra più facile il compito della Fiorentina che riceve al «Franchi» il Napoli e che proprio la scorsa settimana è rientrata pienamente in corsa, grazie alla sconfitta del Piacenza.
Giornata interessante anche nella lotta per non retrocedere. Sulla panchina del Pescara è previsto l'esordio del nuovo tecnico Di Mascio, ex della Primavera, a cui è stato affidato il compito di sostituire l'esonerato Iaconi. Gli abruzzesi giocano al Partenio contro un avversario ormai fuori dai giochi ma che non vuole regalare nulla. Il Bari, che fino a qualche settimana fa sembrava spacciato, ospita un Catania intenzionato a onorare fino in fondo una stagione comunque positiva. Potrebbe conquistare punti importanti anche l'Albinoleffe che riceve il Como fanalino di coda. Da seguire anche Salernitana-Venezia, per la serie vietato distrarsi. Chiudono il programma un tranquillo Treviso-Vicenza e Triestina-Ascoli.

Queste le terne arbitrali, più il quarto uomo, designate per le partite della 20esima giornata di ritorno del campionato italiano di calcio di serie B in programma sabato alle 20,30

Albinoleffe-Como: Rizzoli di Bologna (Conzutti-Toniolo/Gandolfi)
Avellino-Pescara: Saccani di Mantova (Esposito-Titomanlio/Gentile)
Bari-Catania: Racalbuto di Gallarate (Biasutto-Ciccoianni/Barletta)
Fiorentina-Napoli: Rosetti di Torino (Puglisi-Farina/Forconi)
Genoa-Cagliari: Farina di Novi Ligure (Griselli-Papi/Vuoto)
Livorno-Torino: Bolognino di Milano (Foschetti-Alvino/Rodomonti C.)
Messina-Palermo: Rodomonti di Roma (Pisacreta-Ricci/Crugliano)
Salernitana-Venezia: Morganti di Ascoli Piceno (Pirondini-Alessandroni/Italiani)
Ternana-Atalanta: De Santis di Roma (Ivaldi-Longo/Saveri)
Treviso-Vicenza: Ayroldi di Molfetta (Racanelli-Giordano/Masin)
Triestina-Ascoli: Cassarà di Palermo (Cuttica-Cavuoti/Burdin)
Verona-Piacenza: Collina di Viareggio (Toscano-D'Agostini/Scoditti)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400