Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 12:04

Castellana sente profumo di vetta Gioia si ferma, i tifosi non ci stanno

Ancora un turno a due facce è stata la sesta giornata dell’A2 maschile di volley, con Bcc-Nep e Nava poste di fronte a destini contrapposti. La prima vince e vola verso il vertice della graduatoria, l’altra perde in casa contro la capolista Roma e alimenta la contestazione dei supporter, pronti ad additare il diesse Montanari, il quale replica: «Penso che non tutti, ma una componente del pubblico è ingrata»
Castellana sente profumo di vetta Gioia si ferma, i tifosi non ci stanno
di Luigi Mongelli

BARI - Ancora un turno a due facce è stata la sesta giornata dell’A2 maschile di volley, con Bcc-Nep Castellana Grotte e Nava Gioia del Volley poste di fronte a destini contrapposti. La prima vince e vola verso il vertice della graduatoria, l’altra perde in casa contro la capolista Roma e alimenta la contestazione dei supporter, pronti ad additare il diesse Gianni Montanari, il quale replica in modo deciso: «Penso che non tutti, ma una componente del pubblico gioiese, mostra di essere ingrato e strumentale e non ha il coraggio di sostituire i cori con un sereno confronto sul mio operato. Io sono pronto a dare spiegazioni, non ho nulla da rimproverarmi, ho la coscienza a posto, perché non ho fatto altro che rispettare la scelta della società, che per quest’anno ha inteso ridurre il budget di molto, chiedendomi di mettere su una squadra giovane e con prospettive per il prossimo futuro. In pratica, non una squadra che dovesse vincere il campionato. Ed è questo che ho fatto, anche se poi possiamo discutere sui motivi che fino a questo momento si potevano conquistare o meno più punti di quelli che ora ci consegna la classifica. Ho fatto quello che mi è stato chiesto».

Diverso, invece, il clima che si respira in casa della Bcc-Nep Castellana, dove il netto successo messo a segno a Bassano, oltre a rilanciare le ambizioni del sestetto guidato da Radames Lattari, ridimensiona immediatamente lo scivolone accusato a Padova la settimana scorsa, consentendo così a Mattera, Gallotta, Vicini e tutti gli altri di avvicinarsi alla zona altissima della graduatoria e di preparare al meglio il ritorno in campo a Città di Castello (domenica sarà fermo per riposo), dove si spera di recuperare definitivamente il centrale Vito Insalata.

«Atleta - dice coach Lattari - che non possiamo continuare a “regalare” ai nostri avversari, soprattutto perché ci deve aiutare ad inseguire quello che è il nostro obiettivo: giocarci la possibilità di centrare l’A1. Ed in questa direzione, sicuramente, va il risultato conquistato domenica scorsa a Bassano, dove abbiamo vinto la gara non solo contro una squadra competitiva, ma anche contro tutte le difficoltà che abbiamo incontrato in settimana, dopo la sconfitta di Padova. Un successo che oltre a portare la firma dello schiacciatore Popelka è stato caratterizzato da una prestazione impeccabile della mia squadra sia nel fondamentale del servizio che in quello del muro e dell’attacco, mentre da migliorare resta il fondamentale della ricezione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione