Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 12:25

Cras sfida la corazzata Ekaterinburg primo match di Eurolega a Taranto

La voglia delle ioniche è riscattare la falsa partenza di una settimana fa a Itanbul ma l’obiettivo deve scontrarsi con la resistenza d’acciaio delle avversarie, tra le potenze mondiali del basket femminile. Palla a due alle ore 20,30 (diretta su Rai Sport Più). Coach Ricchini: «Impegno tosto, ma in campo ci andiamo come sempre per vincere. Sappiamo che squadra avremo davanti, cercheremo di imporre il nostro gioco»
Cras sfida la corazzata Ekaterinburg primo match di Eurolega a Taranto
TARANTO - La voglia nel Cras è di riscattare la falsa partenza di Eurolega di una settimana fa in Turchia, ma l’obiettivo deve scontrarsi con la resistenza d’acciaio dell’Ekaterinburg. Una delle “potenze” mondiali del basket femminile sarà di scena domani sera al PalaMazzola alle ore 20,30 per il secondo turno del girone A della Champions del basket.

RICCHINI: PAROLA AL CAMPO - Conosce bene la forza di Ekaterinburg, ma Roberto Ricchini lascia la parola alla partita. «Impegno tosto, in campo ci andiamo come sempre per vincere. Ci riuscirà chi offrirà il basket migliore». Questo il pensiero dell’allenatore del Cras, che deve fare i conti con una leggerissima influenza che ha colpito le esterne Jami Montagnino e Michelle Greco. «Spero che recuperino al meglio, perché in quel settore non abbiamo molte alternative» evidenzia Ricchini. L’allenatore piemontese ha bisogno di tutte le sue pedine, «per attuare il miglior basket. Solo giocando al massimo possiamo pensare di impensierire un avversario fortissimo».

Il Cras riparte in Eurolega dopo il -12 di Istanbul. Proprio questo ko potrebbe aver lasciato degli insegnamenti nel gruppo rossoblù. «In quel match ho visto cose buone e meno buone nella mia squadra. Ogni sfida giocata ti lascia qualcosa, ma ora siamo concentrati su Ekaterinburg. Sappiamo che squadra avremo davanti, cercheremo di imporre il nostro gioco». La truppa tarantina sarà guidata da Becky Brunson, attualmente 14mo attaccante dell’Eurolega con 17 punti segnati. La stessa americana è settima nella percentuale del tiro da due (64,3%). 11ma Wambe negli assist (5). Ma Ricchini va oltre le individualità: «Il collettivo è fondamentale. Se giochiamo d’assieme, potremmo infastidire questo gigante venuto dalla Russia». Fondamentale anche l’apporto del pubblico. Il coach chiude così: «Serve il calore dagli spalti. Le giocatrici lo sentono quando giocano. Contro Ekaterinburg potrà aiutare».

DAGLI URALI CON FURORE - Russia, Stati Uniti, Francia, Polonia e Belgio. Cinque nazioni rappresentate da giocatrici fortissime, che onorano la storia vincente di un club che dal 2003 fa parlare di sé nel mondo. E’ la UMMC Ekaterinburg. Quando il Cras vinceva a Como il suo primo scudetto, il club russo conquistava l’Eurolega. Da allora ha giocato sei edizioni consecutive, chiudendo le ultime due in terza posizione. E dopo un secondo posto e due terzi posti, il 28 aprile scorso la squadra della metropoli russa ha vinto la Superleague, superando in finale nientemeno che la rivale Spartak Mosca, che dal 2007 è la “regina” dell’Eurolega. Questa in sintesi la forza dell’avversario di domani, che ha battezzato la manifestazione 2010 piegando Teo Vilnius 85-56.

Quintetto titolare impressionante, quello che il tecnico Gundars Vetra è pronto a far scendere sul rettangolo del PalaMazzola. Ekateriburg conserva le stesse pedine della passata stagione. Porta palla e punta spesso al canestro la “stella” Wnba di Detroit Deanna Nolan, che in 4 Euroleghe sinora giocate ha una media di 11.5 punti a match. In America, nell’unico campionato professionistico al mondo del basket femminile, viaggia a velocità incontrollata: 21,6 punti ad incontro stando all’estate 2009. Media leggermente inferiore ma considerevole (16,7), quella firmata dalla compagna connazionale, l’ala Asha Jones.

La “forza” del New Jersey forma ad Ekaterinburg una coppia sorprendente di ali, assieme alla giocatrice russa più nota nel globo al momento. Si tratta di Svetlana Abrosimova, che l’Italia ha conosciuto tra il 2002 ed il 2003 con il suo campionato giocato a Schio. Fascino da modella e forza cestistica impressionante. L’ala 29enne, a 17 anni si è formata nell’Università statunitense, prima di tornare in Europa, dove ha vinto di tutto: 8 scudetti russi, un oro e due argenti europei, un bronzo mondiale e due bronzi olimpici con la Russia. Se Abrosimova è un “mito” della Russia del basket femminile, in Polonia lo è l’ala-pivot Agnieszka Bibrzycka. 13,9 punti e 4 rimbalzi. Questi i numeri della sua passata Eurolega. Siamo agli stessi livelli della compagna dell’area, la stella francese emergente. Parliamo del centro Sandrine Gruda, oro europeo 2009, al quale ha contribuito col trend di 13+9. Nel recente passato, per lei, anche un bronzo mondiale under 21.

In panchina fremono altre campionesse. E’ pronta a recuperare Celine Dumerc, il play più forte d’Europa che ha vinto l’ultimo oro con la Francia. Sinora la giocatrice ex Bourges non ha giocato per noie fisiche, ma potrebbe rivedersi a Taranto. Poi bisogna citare altri due puntelli della nazionale russa come l’ala Olga Arteshina e soprattutto la “leggenda” del basket dell’Est, il centro Maria Stepanova, che a trent’anni vanta un forziere: due bronzi olimpici, un bronzo mondiale e due ori europei con la sua nazionale. Attenzione anche all’altro centro belga Ann Wauters. L’ex compagna della crassina Kathy Wambe ha giocato le ultime sette final four di Eurolega con squadre differenti.

LE FORMAZIONI - Cras Basket Taranto: Wambe, Greco, Mahoney, Godin, Brunson; Siccardi, Montagnino, Giauro, David, Prado. All. Ricchini. Ummc Ekaterinburg: Nolan, Abrosimova, Jones, Bibrzycka, Gruda; Volkova, Dumerc, Trushina, Arteshina, Wauters, Stepanova, Vidmer. All. Vetra.

MEDIA La partita Cras-Ekaterinburg sarà trasmessa in diretta da Rai Sport Più sul digitale terrestre e sul canale satellitare 227 della piattaforma Sky. Diretta web sui siti www.fibaeurope.com e www.blunote.it.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione