Cerca

La Prisma morde poco amaro il derby del Sud

A Vibo per Taranto arriva il terzo passivo consecutivo per 3-0 nella A1 maschile di pallavolo dopo quelli con Trento e Monza. In Calabria la truppa rossoblu non riesce a dire la sua: riapre tutti i parziali, ma quando ormai è troppo tardi. Nel terzo set gli arbitri chiamano fuori la palla del possibile 22-23 che il replay televisivo mostra essere sulla linea. Si va ai vantaggi, e alla quarta palla match la Tonno Callipo vince
• A2 uomini: ecco il Castellana da sogno
• Gioia si arrende alla capolista Roma
• A1 donne: Florens ancora battuta
• A2 donne: San Vito, il sorpasso riesce
La Prisma morde poco amaro il derby del Sud
VIBO VALENTIA-PRISMA TARANTO 3-0

TONNO CALLIPO VIBO: Gonzalez 5; Simeonov 14; Tencati 7, Moltò 11; Saraceni 9, Andrae 15; Cicola (L); Ferraro (L). Non entrati: Marquez, Cannistrà, Corvetta, Contreras, Barone. All. Uriarte.
PRISMA TARANTO: Suxho 1; Moretti 18; Cozzi 5, Candellaro 2; Cleber 18, Abbadi 8; Ricciardello (L); Westphal, Spescha 3. Non entrati: Montagna (L), Gasbarro, Quartarone. All. Montagnani.
ARBITRI: Cinti e Padoan.
PROGRESSIONE SET: 25-21 (25'), 25-22 (26'), 28-26 (31') per un totale di un'ora e 22 minuti.
NOTEBattute vincenti: Vibo 4, Taranto 4. Errori in battuta: Vibo 8, Taranto 11. Muri: Vibo 12, Taranto 7. Spettatori 1100.

VIBO VALENTIA - Il derby del Sud segna per la Prisma Taranto il terzo passivo consecutivo per 3-0 dopo quelli con Trento e Monza. In Calabria la truppa rossoblu non riesce a dire la sua, sebbene riesca a riaprire tutti i tre i parziali ma quando ormai è troppo tardi. Per Vibo le notizie positive in campo riguardano i recuperi dell'opposto titolare Simeonov e del centrale ex Prisma, Moltò. Mentre Taranto è come previsto senza Rivaldo, al posto del quale c'è Moretti che gioca una grande partita. A partire bene sono i padroni di casa, complice qualche disattenzione dei rossoblu: 2 punti di fila di Saraceni e un attacco di Simeonov fanno 6-2, ma dalla pausa sull'8-4 di Vibo la Prisma cresce, si mostra più attenta in ricezione e si avvicina 14-12 con Moretti, ma un ace di Saraceni fa 16-12. Pur sbagliando tanto in battuta, Taranto arriva ad un passo dal pareggio sul 20-19 con un super Moretti, ma Simeonov e un muro di Moltò su Cozzi valgono per la Tonno Callipo quattro set ball sul 24-20.

La Prisma sembra iniziare bene il secondo set (0-2 ace di Suxho), ma al primo time-out è Vibo avanti 8-6 con il sorpasso firmato da un muro di Moltò su Moretti. Taranto si avvicina 15-14 con un ace fortunoso di Abbadi, ma l'attacco di Cleber, possibile palla del pareggio, viene murato da Gonzalez per il 16-14. Il botta e risposta va avanti fino al 20-18 quando Gonzalez e Andrae piazzano due muri consecutivi su Abbadi e Moretti: il 23-19 è lo scatto decisivo. Parte decisamente male la Prisma nella terza frazione, subito sotto 5-1 ma recupera 6-5 ancora puntando su Moretti che fa male in attacco e a muro. Dal 10-9 però i calabresi allungano di nuovo grazie sia all'ottima serata di Andrae sia a nuovi errori di Taranto. Quello di Candellaro segna il 16-11 per la Tonno Callipo alla seconda sospensione tecnica. La Prisma - Montagnani tenta la carta Spescha al posto di Abbadi - ancora una volta si riavvicina, stavolta sul 17-15 con Suxho che mura Saraceni, e ancora una volta si fa staccare, con un muro di Tencati su Cleber per il 20-16. Da qui in poi però accade di tutto. La Prisma sale e pareggia 22-22 con un ace di Cleber. Il brasiliano colpisce ancora col servizio, ma gli arbitri chiamano out la palla del possibile 22-23 che il replay televisivo mostra invece essere sulla linea. Si va ai vantaggi, i rossoblu guadagnano un set ball ma alla quarta palla match la Tonno Callipo porta a casa il successo pieno.

[l. a.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400