Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 09:19

Ciclismo - Sella, numero alla Pantani a Cesena

Il neo professionista, 23 anni, arriva da solo sul traguardo di Cesena dopo una fuga che lo ha visto protagonista solitario negli ultimi 50 km. Per alcuni secondi è stato virtuale maglia rosa. Lungo il percorso traguardi «virtuali» con un drappo giallo e la maschera del corridore romagnolo scomparso
CESENA - Nel giorno del ricordo di Marco Pantani, arriva l'impresa che porta alla ribalta un giovane di sicuro avvenire. Dopo le cinque volate imperiali di Alessandro Petacchi, infatti, è il neo professionista 23enne Emanuele Sella, portacolori della Panaria, ad arrivare da solo sul traguardo di Cesena dopo una fuga partita da lontano e che lo ha visto protagonista solitario negli ultimi 50 km. Per un po', lo scalatore vicentino, già in evidenza sulla salita di Montevergine quando scortò Figueras fino al quarto posto, è stato anche la maglia rosa virtuale (16esimo a 2'34"), mentre adesso si è soltanto avvicinato alla vetta «rubando» 1'09" a Cunego ed infilandosi adesso al 10mo posto in classifica generale con 1'25" di ritardo. E' una bella sorpresa per il ciclismo quella di Sella nel giorno in cui il Giro si ritrova sulle strade di Marco Pantani.
Sono state oltre 2.000 le magliette gialle distribuite sul percorso e più di uno i traguardi «virtuali» con un drappo giallo e la maschera del pirata. E' ancora tantissima la gente che rimpiange il romagnolo e che lo ha ricordato con grande dignità e correttezza. Sella e Cunego, entrambi 1981, entrambi grandi protagonisti del Giro2004. Il primo con la vittoria di oggi (la prima al Giro per lui), l'altro per avere tenuto ancora per un giorno la maglia rosa.
La tappa è stata fatta da una fuga partita ancor prima del primo Gpm della giornata, a San Marino. Hamburger, Tosatto, Fertonani, Bertogliati, Mourey, Vanotti, Wegmann, Svorada, Muraglia, Verstrepen, Colombo, Perez Arango, Gates, Loda, Lobato, Sella, Strauss, Bertagnolli, Mason, Miholievic, Vila, Zampieri, Lancaster: sono loro i corridori in fuga, dai quali si stacca presto Emanuele Sella che inizia la sua cavalcata solitaria. A 42 km dall'arrivo ha un vantaggio di 20" su Bertagnolli, Elvira Lobato, Vila e Fertonani che aveva lasciato poco prima e mentre sale l'incitamento del pubblico è tutto per lui.
Il gruppo della maglia rosa è dietro, insegue a 3'35", poi anche a quasi 4', malgrado una caduta in discesa. Probabilmente ha sottovalutato il pericolo e quando Cunego e Simoni hanno messo al lavoro i compagni era troppo tardi. I quattro dietro perdono sempre più contatto rispetto al corridore della Panaria, che continua incessante la sua azione. Sull'ultima salita della giornata, il muro di Sorrivoli (1,8 km al 18%), Sella soffre ma stringe i denti grazie anche all'incitamento del suo ds Braguglia e scollina con un vantaggio di 1'10" sugli immediati inseguitori e di 1'45" sul ristretto gruppo della maglia rosa, con Garzelli in difficoltà, bravo a recuperare e chiudere in breve tempo. All'arrivo, Sella taglia il traguardo con un vantaggio di 30" su Moreni, desideroso di dedicare qualcosa all'amico Pantani e di 49" sul gruppo di Cunego. Venerdì 21 12ª tappa, che porterà i corridori da Cesena a Treviso dopo 210 km.

Ordine d'arrivo della 11esima tappa del Giro d'Italia, Porto S.Elpidio-Cesena di km. 234

1) Emanuele Sella (Ita/Ceramiche Panaria) in 5h19'08" alla media oraria di km 43,994 (abbuono 20")
2) Cristian Moreni (Ita) a 30" (abb. 12")
3) Steve Zampieri (Svi) s.t. (abb. 8")
4) Bo Hamburger (Dan) s.t. (abb. 2")
5) Ruben Lobato Elvira (Spa) s.t.
6) Juan Manuel Garate Cepa (Spa) s.t.
7) Francisco Vila Errandonea (Spa) s.t.
8) Alexandre Moos (Svi) a 49"
9) Damiano Cunego (Ita) s.t.
10) Yaroslav Popovych (Ucr) s.t.
11) Bradley McGee (Aus) s.t.
12) Giuliano Figueras (Ita) s.t.
13) Franco Pellizotti (Ita) s.t.
14) Gilberto Simoni (Ita) s.t.
15) Andrea Noè (Ita) s.t.
16) Serguei Honchar (Ucr) s.t.
17) Christophe Brandt (Bel) s.t.
18) Wladimir Belli (Ita) s.t.
19) Leonardo Giordani (Ita) s.t.
20) Ruggero Borghi (Ita) s.t.
21) Dario David Cioni (Ita) s.t.
23) Tadej Valjavec (Slo) s.t.
30) Stefano Garzelli (Ita) s.t.
42) Igor Astarloa (Spa) a 3'10"
82) Robbie McEwen (Aus) a 8'43"
99) Eddy Mazzoleni (Ita) a 15'20"
104) Magnus Backstedt (Sve) a 16'50"
105) Alessandro Petacchi (Ita) s.t.
153) Massimo Iannetti (Ita) a 21'42".

Classifica generale (percorsi km. 1.982,9)

1) Damiano Cunego (Ita/Saeco) in 50h43'29" alla media oraria generale di km 39,091
2) Gilberto Simoni (Ita) a 10"
3) Franco Pellizotti (Ita) a 28"
4) Yaroslav Popovych (Ucr) a 40"
5) Giuliano Figueras (Ita) a 52"
6) Stefano Garzelli (Ita) a 1'15"
7) Andrea Noè (Ita) a 1'17"
8) Serguei Honchar (Ucr) s.t.
9) Dario David Cioni (Ita) a 1'19"
10) Emanuele Sella (Ita) a 1'25"
11) Wladimir Belli (Ita) a 1'52"
12) Sven Montgomery (Svi) a 1'56"
13) Bradley McGee (Aus) a 1'58"
14) Cristian Moreni (Ita) a 2'01"
15) Tadej Valjavec (Slo) a 2'27"
16) Gerhard Trampusch (Aut) a 2'42"
17) Juan Manuel Garate Cepa (Spa) a 2'58"
18) Ruben Lobato Elvira (Spa) a 3'06"
19) Christophe Brandt (Bel) a 3'11"
20) David Canada Gracia (Spa) a 3'15"
39) Igor Astarloa (Spa) a 14'44"
42) Eddy Mazzoleni (Ita) a 16'00"
88) Alessandro Petacchi (Ita) a 49'08"
131) Magnus Backstedt (Sve) a 1h11'26"
153) Dean Podgornik (Slo) a 2h02'45"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione