Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 20:19

Taranto-Brucato fino al 2011 Sposato un progetto comune

Il tecnico degli ionici (Prima Divisione di calcio): «Dopo molti colloqui avuti nei giorni scorsi con il presidente D'Addario, abbiamo sposato un progetto comune che è quello di approdare in serie B. Fermo restando che il traguardo di questa stagione resta invariato, ossia tentare con tutte le nostre forze di raggiungere la cadetteria, programmeremo il raggiungimento dello stesso obiettivo eventualmente nella prossima»
• Foggia a Potenza per confermarsi
• E i lucani pensano a un modulo offensivo
• L’Andria recupera Dionigi contro la Reggiana
Taranto-Brucato fino al 2011 Sposato un progetto comune
di Giuseppe Dimito

TARANTO - Giuseppe Brucato ha ieri prolungato il contratto con la Taranto Sport. Spiega il trainer rossoblù: «Non si tratta di una decisione giunta improvvisamente, ma estremamente meditata. Dopo molti colloqui avuti nei giorni scorsi con il presidente D'Addario, abbiamo sposato un progetto comune che è quello di approdare in serie B. Fermo restando - e questo sia molto chiaro - che il traguardo di questa stagione resta invariato, ossia tentare con tutte le nostre forze di raggiungere la cadetteria, programmeremo il raggiungimento dello stesso obiettivo eventualmente nella prossima. E' evidente che sono molto contento di aver allungato il legame con il sodalizio rossoblù per un'altra stagione. In questo mese e mezzo circa di permanenza in riva allo Jonio, evidentemente mi sono conquistato la stima e la fiducia del presidente».

Ed ora passiamo alla partitella infrasettimanale. Per la verità bisognerebbe parlare più che altro di varie esercitazioni tecnico-tattiche su campo ridotto riservate all'intera rosa. Il tutto per 55'. Non vi hanno preso parte Innocenti e Di Fatta che hanno svolto un lavoro a parte. La prima è durata più di tutte, 20'. In campo è scesa questa formazione con il solito modulo del 4-3-3: Bremec fra i pali; linea difensiva formata da Calori, Migliaccio, Viviani, Bolzan; centrocampo imperniato su Giorgino, Quadri e Mezavilla; in attacco utilizzazione di Correa dal primo minuto con al fianco Corona e Scarpa. In pratica sarebbe lo stesso undici di domenica scorsa con la sola variazione di Correa al posto di Berretti. L'unico dubbio riguarda la scelta dell'esterno destro di centrocampo. Al posto di Giorgino potrebbe giocare Felci, un ex dal dente un po' avvelenato. Il primo assicura copertura ed interdizione. Il secondo è utile per attaccare gli spazi. Due gli episodi avvenuti ieri pomeriggio. Dopo la prima partitella, un gruppo di tifosi ha chiesto a Brucato di sostituire domenica prossima a Pescara Viviani con Prosperi per via dell'errore commesso dal toscano contro il Potenza (fallito il retropassaggio a Bremec, costato la rete del primo svantaggio). Il secondo a fine galoppo. Una ventina di supporters rossoblù ha chiesto in maniera garbata e civile al trainer jonico ed ai giocatori di incrementare il numero delle vittorie a dispetto dei pareggi. Brucato, al termine dell'allenamento parla del prossimo impegno in trasferta: «Gara difficile. Sappiamo che il Pescara, in casa, non ha mai fallito, ma questo ci stimola ancora di più. Francamente i biancoazzurri, a centrocampo ed in avanti, hanno qualcosa in più di molte formazioni facenti parte del nostro girone in virtù di una programmazione che viene da molto lontano, ma noi cercheremo di azzerare l'handicap con una condotta di gara estremamente determinata. Per obiettività devo agiungere che sei-sette giocatori biancoazzurri sono di categoria superiore».
Ieri sono stati effettuati i sorteggi per il terzo turno di Coppa Italia della Lega Pro che inizierà l'11 novembre. Sono stati allestiti 4 gironi con un tris di squadre ciascuno. Le gare saranno di sola andata. Il Taranto è capitato nel girone A unitamente ad Arezzo e Cosenza. Nel primo turno riposerà. Scenderà in campo il 25 novembre contro la vincente di Arezzo-Cosenza. In caso di parità incontrerà allo Iacovone il Cosenza. L'Osservatorio ha inibito ai tifosi cavesi di seguire la propria squadra allo Iacovone il 9 novembre prossimo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione