Cerca

Apulia Grand Final di golf Molinari frenato a Savelletri

Il vento teso di maestrale gioca un brutto tiro all'italiano nella prima giornata dell’ultima prova del Challenge Tour 2009, dominato dal 29enne atleta torinese. Molinari si è piazzato solo 24esimo nella classifica provvisoria, deludendo le aspettative di chi è sceso in Puglia per seguire il lanciatissimo professionista tricolore, tra i primi 100 al mondo. In testa alla graduatoria provvisoria c’è il gallese Sion Bebb
Apulia Grand Final di golf Molinari frenato a Savelletri
SAVELLETRI - Il vento teso di maestrale gioca un brutto tiro ad Edoardo Molinari nella prima giornata dell’Apulia Gran Final del San Domenico Golf, ultima prova del Challenge Tour 2009, dominato dal 29enne atleta torinese. Molinari si è piazzato solo 24mo nella classifica provvisoria, deludendo le aspettative di chi è sceso in Puglia per seguire il lanciatissimo professionista tricolore, tra i primi 100 al mondo. Molinari ha però tutto il tempo di rifarsi fino a sabato e di godersi in scioltezza il primato del torneo: con tre vittorie, tre secondi posti e diversi piazzamenti, quest’anno ha dominato il Challenge e non è più raggiungibile nell’ordine di merito (guida la money list con 238mila euro), qualsiasi sia l’esito dell’Apulia Gran Final.

Si sono invece subito dati battaglia gli altri 44 professionisti di mezzo mondo in gara al San Domenico, pronti a contendersi i 19 posti (l’altro spetta a Molinari) per l’accesso all’European Tour, il più importante circuito golfistico per professionisti. Tutti possono guadagnare il ticket, e questo grazie al ricco montepremi in palio, ben 300mila euro, 20mila in più rispetto all’anno scorso, con 51.500 euro che andranno al primo classificato. Sembrano a loro agio gli atleti britannici, che al San Domenico hanno fatto sempre bene, con in evidenza Bebb, Gane, McArthur, Whiteford, ma si difendono bene i francesi Kaleka e Guerrier e l’australiano Tampion.

In testa alla graduatoria provvisoria c’è il gallese Sion Bebb, che chiude la prova con 68 colpi, tre in meno rispetto ai 71 del campo. Deludente anche la prestazione dell’altro italiano in gara, il fiorentino Lorenzo Gagli, per ora 31mo, ma grande la soddisfazione della Federazione che vede crescere il livello tecnico degli atleti azzurri, anche in prospettiva olimpica, essendo stato il golf inserito tra le discipline dei Giochi di Rio de Janeiro 2016.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400