Cerca

Cras, debutto storico a Istanbul in Eurolega

Battesimo storico per Taranto (in vetta alla A1 femminile di basket). Mercoledì 28 alle ore 19 italiane affronterà il Galatasaray in trasferta. Il presidente Basile: «È la massima competizione continentale. Sono emozionato per il mio club e la città. Un motivo d’orgoglio. E la speranza di vincere». Le turche lo scorso anno hanno soffiato proprio alle ioniche la Europa Cup. Differita su Rai Sport Più alle ore 21
Cras, debutto storico a Istanbul in Eurolega
TARANTO - Battesimo storico. Domani alle ore 20 di Istanbul, le 19 in Italia, il Cras Basket Taranto farà il suo debutto in Eurolega. «È la massima competizione continentale del basket femminile. Sono emozionato per il mio club e la città di Taranto. Un motivo d’orgoglio. La speranza è quella di vincere». E’ la vigilia di Galatasaray-Cras, queste le parole del presidente Angelo Basile, che ha portato Taranto nella vecchia coppa campioni del basket dopo lo scudetto vinto a Venezia il 10 maggio 2009. E’ la prima sfida della formazione di Roberto Ricchini del gruppo A della kermesse europea che, il 21 luglio scorso, dopo il sorteggio di Monaco, lo stesso coach rossoblù definì «raggruppamento di ferro».

Oltre Cras e Galatasary (vincitrice della Europe Cup 2009 proprio a spese di Taranto e terza nell’Eurolega del 1999), si giocheranno uno dei quattro posti a disposizione per gli ottavi di finale: la russa UMMC Ekaterinburg (ha vinto l’Eurolega nel 2003 e nelle ultime due edizioni l’ha chiusa in terza fila); la lettone TTT Riga (due Euroleghe giocate nel 2008 e 2009, chiuse nella fase preliminare, si è iscritta all’ultimo momento alla nuova edizione); la spagnola Ros Casares Valencia (seconda nel 2007) e la lituana Teo Vilnius (da otto anni nel top continentale, terza nell’Eurolega 2005).

DAVID: VOGLIA DI SORPRENDERE - Le intenzioni “bellicose” del Cras sono svelate dal pivot italo-brasiliano Karen David. «Dopo aver vinto lo scudetto e la Supercoppa vogliamo sorprendere in Eurolega. E poi ci teniamo particolarmente a vendicarci con le turche… ». Dal 9 aprile 2009 è rimasta una spina nel fianco del Cras. Per coloro che allora c’erano (coach Ricchini con Mahoney, David, Godin e Siccardi) e che oggi riaffronteranno il Galatasaray, sebbene ritoccato, la sfida ha un sapore più forte. Dopo aver vinto l’allora andata di finale di Europe Cup in casa (67-55), il Cras dilapidò il suo vantaggio nei tempi regolamentari, per poi perdere nel supplementare col gap compromettente di -21.

«Domani resetteremo tutto – promette David – e ci tufferemo in una nuova stimolante avventura. Loro hanno cambiato la squadra e si sono rafforzate, dal canto nostro abbiamo nuove armi, come Montagnino sull’esterno e Brunson dentro l’area. In queste prime tre partite di campionato, con le nostre vittorie, abbiamo dimostrato di esserci con la testa. Sappiamo che l’Eurolega è una manifestazione più dura, l’affronteremo senza paura».

WAMBE DISPONIBILE - Dopo averla risparmiata a Priolo, Roberto Ricchini dovrebbe poter contare domani in Turchia sulla preziosa play-guardia Kathy Wambe. La giocatrice belga ha sostanzialmente superato i postumi di uno stiramento muscolare ed è pronta ad offrire la sua esperienza, avendo disputato le ultime due Euroleghe con le francesi Lille Metropole e Valenciennes, portando una media di 9.1 punti a partita. «Il suo inserimento in squadra – sottolinea l’allenatore Ricchini – è strategico. In questo momento abbiamo giocato senza un play che costruisse la tattica, ma la squadra ha sfruttato tecnica ed agonismo. Con il collettivo siamo stati in grado di sopperire all’assenza di Wambe ed a quella, non dimentichiamolo, di Zimerle. Ad Istanbul, se Wambe sarà pronta, la butterò nella mischia. L’importante è giocare d’assieme, non mollare mai. Una rivincita quella col Galatasaray? Direi una partita speciale» risponde Ricchini, che torna ad affrontare la Champions del basket femminile, dopo quella disputata con Napoli nel 2006, quando uscì agli ottavi di finale.

ANCORA GALATASARAY - Non sarà la focosa Darussafaka Ayhan Sahenk Spor, quella che fu testimone del ko doloroso del Cras nella finale di Europe Cup, ad ospitare il primo match di domani dell’Eurolega. Bensì la più capiente (12mila spettatori) Abdi Ipekci Gymnasium di Istanbul. Qui il Galatasaray del nuovo coach Zafer Kalaycioglu (un ritorno per lui al club giallorosso, dopo gli scudetti del 1994 e del 1995, seguiti da altri colpi con il Fenerbahce) aspetterà Taranto, matricola della manifestazione continentale.

Diverse le novità nel club turco, che troveranno spazio nel quintetto titolare. Dopo aver rinunciato alla fortissima ma infortunata Augustus, ad Istanbul sono arrivate giocatrici di alto livello. A partire dalla guardia dei Chicago Sky (media di 13,2 punti nell’ultima Wnba) Jia Perkins. La sua connazionale, guardia ancora più tagliente (17,5 punti nelle finali-playoff di Wnba con Indiana), Katie Douglas, è stata negli ultimi giorni acquistata dal Galatasaray, ma domani sera non ci sarà, perché si aggregherà alla squadra a novembre. Rimangono altre freccie velenose all’arco di Kalaycioglu. Confermatissima l’ala caraibica Sophia Young (incubo per il Cras nell’atto finale della Europe Cup: allora realizzo 27 punti), che sarebbe stata risparmiata dal suo allenatore nel debutto vincente della sua squadra in campionato contro il Botasspor, piegato sabato scorso per 70-59. Accanto a lei, che è un’ala duttile, nell’area sono pronte a recitare una parte importante due pivot. Entrambe nazionali: la ceca Vecerova (3,6 punti di media nell’ultima Eurolega con Valencia) e la bielorussa Leuchanka, che ha contributo al terzo posto di Ekaterinburg nella passata stagione con una media di 5,3 punti.

A tenere in mano le redini della squadra, il nuovo play-guardia turco Yigit, a cui tocca al momento un largo minutaggio, in attesa del completo recupero della brava assistant woman Alben, che sarà centillinata dal suo coach. La stessa Alben che il Cras conosce bene. In panchina il Galatasaray conta su pedine pericolose, dalla guardia Caglar al centro ex Napoli Horasan. Non dovrebbe essere disponibile la guardia-cecchino Palazoglu che ha problemi fisici.

Il Galatasaray, il 20 ottobre scorso, ha perso la Supercoppa europea, subendo il +33 dallo Spartak Mosca, vincitrice delle ultime tre edizioni dell’Eurolega. In quella occasione, Young (15 punti), Vecerova (12) e Perkins firmarono la doppia cifra.

LE FORMAZIONI - Galatasaray Istanbul: Yigit, Perkins, Young, Vecerova, Leuchanka; Alben, Sencebe, Saylar, Caglar, Horasan, Basaran, Kaya. All. Kalaycioglu. Cras Taranto: Wambe, Montagnino, Mahoney, Godin, Brunson; Greco, Siccardi, David, Giauro, Prado. All. Ricchini.
Arbitri: Banica (Romania), Mrdak (Serbia) e Mitrovski (Macedonia). Inizio della partita alle ore 20 locali, le 19 in Italia.

I MEDIA - La sfida di domani di Istanbul sarà trasmessa in differita alle ore 21 su Rai Sport Più (digitale terrestre e canale 227 della piattaforma Sky). E’ possibile seguire la diretta on line, con l’aggiornamento statistico in tempo reale, sul sito della Federazione europea www.fibaeurope.com.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400