Cerca

Sabato 23 Settembre 2017 | 13:13

Ciclismo - Petacchi, quarta volata irresistibile

Il poker arriva puntuale nell'ottava tappa del Giro d'Italia, la Giffoni Valle Piana-Policoro di 214 km, disegnata per i velocisti. McEwen arriva secondo, ma viene retrocesso per scorrettezze. Cunego sempre in rosa. Lunedì Policoro-Carovigno, tappa breve di 142 km, ancora ideale per lo spezzino
POLICORO - Il poker di Alessandro Petacchi arriva puntuale nell'ottava tappa dell'87.imo Giro d'Italia, la Giffoni Valle Piana-Policoro di 214 chilometri, disegnata proprio per i velocisti e dunque per l'imbattibile spezzino, così in forma da non temere nessuno dei presunti rivali. E nemmeno il miglior Mario Cipollini gli avrebbe tenuto testa in questo ennesimo sprint di forza ed intelligenza, con tutta la Fassa Bortolo come sempre al lavoro per il suo capitano, che ripaga con la vittoria gli sforzi dei suoi compagni di squadra. Ben visibile per la sua maglia ciclamino di leader della classifica a punti, Petacchi non si lascia sfuggire l'occasione del quarto colpo al Giro, il decimo in totale: il suo spunto non lascia scampo al solito Robbie McEwen, l'australiano della Lotto-Domo che non verrà ricordato come esempio di correttezza: è stato retrocesso dalla giuria «per slancio tra compagni di squadra nell'ultimo chilometro». In pratica, all'altezza dei 500 metri, prima dell'ultima curva, un compagno di squadra lo ha slanciato con la mano sinistra come si fa nelle americane su pista. Il collegio di giuria gli ha inflitto 200 franchi svizzeri di ammenda, 30" di penalizzazione ed il declassamento all'ultimo posto del gruppo di cui faceva parte (è stato quindi classificato ufficialmente al 117°) posto. La penalizzazione verrà applicata nella classifica generale di domani.
Il finale della Fassa non è stato però il solito: il campione ligure si è trovato in compagnia di Ongarato prima e Velo poi, con quest'ultimo reduce da una foratura che non ne pregiudicavano il rendimento. Curva dopo curva, però, si mettevano in luce gli uomini della Acqua&Sapone, che in organico hanno due specialisti come D'Amore e Rodriguez, e Petacchi si trovava quasi spiazzato ai seicento metri dal traguardo dalla bagarre che si scatenava al suo fianco. Il trentenne ligure, però, ha tanta di quella energia in corpo da poter meditare anche altre soluzioni: così, lasciato forse troppo presto allo scoperto, aspetta che siano altri ad impostare la volata. Ci prova Olaf Pollack, il tedesco della Gerolsteiner che ha collezionato buoni piazzamenti, ma quando nota che McEwen è pronto a saltare sui pedali prende in mano la situazione con una potenza che non ammette repliche.
In una tappa che aveva registrato la lunga fuga di Bertolini, Perez Cuapio, Piccoli, Durand e Perez Arango (e il ritiro di Davide Rebellin, a corto di fiato dopo le imprese nelle Ardenne), non ha avuto difficoltà a mantenere la maglia rosa il giovane Damiano Cunego, la stella della Saeco che promette di restituire il comando della classifica al suo capitano, Gilberto Simoni, nella crono di sabato a Trieste.
In attesa del primo giorno di riposo di martedì, lunedì Petacchi potrebbe anche cogliere il suo quinto successo in volata al Giro: la Policoro-Carovigno, tappa breve di 142 chilometri con circuito finale adattissimo al super momento della Fassa Bortolo. Unica difficoltà del percorso, il vento che soffia a raffiche in Puglia: Petacchi, però, può battere anche le insidie della natura.

Ordine d'arrivo dell'ottava tappa dell'87esiimo Giro d'Italia, la Griffoni Valle Piana-Policoro di 214 chilometri

1. Alessandro Petacchi (Ita, Fassa Bortolo) in 4h52'49»
(43,030 Km/h di media)
2. Robbie McEwen (Aus, Lotto-Domo) s.t. (poi retrocesso al 117°)
3. Tomas Vaitkus (Lit, Landbouwkrediet-Colnago) s.t.
4. Olaf Pollack (Ger, Gerolsteiner) s.t.
5. Marco Zanotti (Ita, Vini Caldirola) s.t.
6. Jan Svorada (Cec, Lampre) s.t.
7. Alexandre Usov (Blr, Phonak) s.t.
8. Zoran Klemencic (Slo, Tenax) s.t.
9. Alejandro Borrajo (Arg, Panaria-Margres) s.t.
10. Alberto Loddo (Ita, Saunier Duval-Prodir) s.t.

Classifica generale (maglia rosa) dell'87esimo Giro d'Italia dopo l'ottava tappa

1. Damiano Cunego (Ita, Saeco) in 37h54'37»
2. Gilberto Simoni (Ita, Saeco) a 10»
3. Franco Pellizotti (Ita, Alessio-Bianchi) a 28»
4. Yaroslav Popovych (Ucr, Landbouwkrediet-Colnago) a 31»
5. Giuliano Figueras (Ita, Panaria-Margres) a 52»
6. Serhiy Honchar (Ucr, De Nardi) a 1'08»
7. Dario David Cioni (Ita, Fassa Bortolo) a 1'10»
8. Stefano Garzelli (Ita, Vini Caldirola) a 1'15»
9. Andrea Noe (Ita, Alessio-Bianchi) a 1'17»
10. Eddy Mazzoleni (Ita, Saeco) a 1'29»

CLASSIFICA A PUNTI GENERALE (MAGLIA CICLAMINO)

1. Alessandro Petacchi (Ita, Fassa Bortolo) 105 punti
2. Robbie McEwen (Aus, Lotto-Domo) 86 p.
3. Olaf Pollack (Ger, Gerolsteiner) 76 p.
4. Damiano Cunego (Ita, Saeco) 70 p.
5. Marco Zanotti (Ita, Vini Caldirola) 54 p.

CLASSIFICA GPM GENERALE (MAGLIA VERDE)

1. Damiano Cunego (Ita, Saeco) 28 punti
2. Fabian Wegmann (Ger, Gerolsteiner) 17 p.
3. Gilberto Simoni (Ita, Saeco) 16 p.
4. Alexandre Moos (Svi, Phonak) 14 p.
5. Franco Pellizotti (Ita, Alessio-Bianchi) 12 p.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione