Cerca

Basket - Napoli aggancia Pesaro: 1-1 nei quarti scudetto

La Pompea è l'unica ad aver agganciato l'avversaria nei playoff. Siena, Treviso e Bologna vanno sul 2-0 contro Varese, Cantù e Roma. Delle tre quella che soffre di più, come già successo in gara 1, è la Skipper. Gara-tre è in programma martedì 18 maggio
Soltanto la Scavolini Pesaro, fermata a Napoli da un'ottima Pompea, manca il bis nella seconda gara dei quarti di finale dei play-off. Montepaschi, Skipper e Benetton, invece, espugnano i parquet di Varese, Roma e Cantù, portandosi sul 2-0 ed avendo così la possibilità, già martedì, di archiviare la serie e pensare alle semifinali.
Delle tre quella che soffre di più, come già successo in gara 1, è la Skipper che contro il suo ex Myers dimostra di avere qualche problema. In gara 1 fu Vuanjc a tirare fuori dai guai la squadra di Repesa; questa volta è stata una tripla di Guyton sul 72-72 a pochi secondi dalla fine a spianare la strada alla formazione bolognese. Poi proprio Myers ha provato ad andare almeno all'overtime ma senza successo. Martedì, a Bologna, Carlton potrebbe già dire addio ai play-off.
Così come la Metis di Cadeo, che è caduta in casa sotto i colpi di una Montepaschi sicura dei propri mezzi. La squadra di Recalcati ha sofferto un po' nel primo quarto, prima di prendere un vantaggio rassicurante e chiudere poi sull'87-75 finale. Sembra davvero in splendida forma la formazione senese che ha trovato in Recalcati il condottiero ideale. A parte Thornton, come al solito autore di una grande prestazione e con un bottino finale di 22 punti, per il resto è stata una vittoria di squadra quella senese. Il coach è stato abile a saper costruire una squadra e adesso raccoglie i frutti. Anche degli ultimi innesti come Marco Sambugaro, alla fine a referto con 9 punti.
Soffre ma alla fine, di squadra, la spunta a Cantù anche la Benetton che alla fine del terzo quarto era sotto di 6 punti (50-44), Okulaja comincia a prendere per mano i trevigiani ed i risultati si vedono: davvero poca cosa la squadra di Sacripanti contro i campioni d'Italia.
Infine la Scavolini che conferma la scarsa adattabilità lontano dal Bpa Palace. La squadra di Melillo è stata battuta con merito dalla Pompea che ha trovato in Torres e Penberthy i soliti due terminali offensivi che hanno permesso alla squadra napoletana di assicurarsi almeno gara 4.

A MASCHILE - PLAYOFF - GARA 2

Metis - Montepaschi 75-87 (0-2)
Pompea - Scavolini 92-77 (1-1)
Oregon - Benetton 62-70 (0-2)
Lottomatica - Skipper 73-75 (0-2)

GARA 1
Montepaschi Siena - Metis Varese 107-77
Scavolini Pesaro - Pompea Napoli 87-63
Benetton Treviso - Oregon Cantù 96-76
Skipper Bologna - Lottomatica Roma 88-84

Gara 3 martedì 18 maggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400