Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 20:51

Pallavolo - Russia battuta: azzurre alle Olimpiadi

Nella penultima giornata del girone intercontinentale di qualificazione, le ragazze di Bonitta, battendo per la prima volta nella loro storia in una manifestazione ufficiale la Russia (3-2), si sono garantite il lasciapassare per Atene 2004. Domenica si chiude con Italia-Tailandia
ITALIA-RUSSIA 3-2 (18-25, 22-25, 25-15, 25-17, 16-14)

ITALIA: Lo Bianco 6, Rinieri 11, Leggeri 10, Centoni 24, Piccinini 17, Paggi 3. Cardullo (L). Cacciatori, Del Core ne, Mifkova, Gioli 17, Anzanello 1. Allenatore: Bonitta.
RUSSIA: Sheshenina 1, Gamova 29, Tebenekhina 4, Plotnikova 10, Safronova 18, Tischenko 4. Tiourina (L). Chukanova, Belikova 8, Korukovets 1, Gorchakova ne, Akoulova ne. Allenatore: Karpol.
ARBITRI: Li (Chn) e Lekkas (Gre).
NOTE: Durata set: 22', 23', 20', 20', 18'. Italia: bv 4, bs 9, mv 14, er 20. Russia: bv 3, bs 7, mv 14, er 17.

TOKYO - Per la seconda volta nella sua storia la nazionale italiana femminile di pallavolo partecipa ai Giochi Olimpici. Nella penultima giornata del Girone Intercontinentale di Qualificazione Olimpica le ragazze di Marco Bonitta, battendo per la prima volta nella loro storia in una manifestazione ufficiale la Russia, si sono garantite il «lasciapassare» per Atene 2004. La sensazione generale era che l'Italia comunque sia sarebbe riuscita a strappare la qualificazione, ma invece di giocarsela testa a testa domani contro la Tailandia, ha compiuto l'impresa contro Gamova e compagne. Una vittoria attesa da generazioni di appassionati, che regala una luce diversa a questo torneo e probabilmente schiarisce l'orizzonte.
Le gare con Giappone e Corea del Sud, perse di misura non sfruttando le chance avute, aveva incrinato la fiducia del gruppo, che invece ha saputo reagire con carattere, rimontando dallo 0-2 una partita iniziata malissimo. Grande prova del collettivo, ma doveroso segnalare la prestazione di Lo Bianco in regia, che ha spesso permesso alle sue compagne in attacco di avere la strada più agevole davanti.
Partenza brutta delle azzurre, fallose in attacco e con grandi problemi nella fase di «cambio-palla». In svantaggio 11-4, le ragazze italiane cercano di reagire riescono a rosicchiare qualche punto, per due volte riducono a sole tre lunghezze (13-16 18-21) il distacco da una Russia ordinata, ma non trascendentale, poi cedono 25-18.
Anche all'inizio del secondo set la Russia continua a macinare il suo gioco, semplice, ma efficace. L'Italia lo contrasta soltanto a tratti, rimane in vantaggio sino al 6-5, poi subisce più di un break e si ritrova 12-18. In questo frangente è positivo il risveglio di Nadia Centoni, poco incisiva nel primo parziale. La toscana incrementa il suo bottino ed in battuta regala quella pericolosità necessaria per operare un piccola rimonta sino al 21-23, ma la Russia con i potenti attacchi della Gamova chiude 25-22.
Quella che rientra in campo nel terzo set è una buona Italia, lo si intuisce subito. Finalmente le azzurre sono pungenti in battuta e la fase muro-difesa funziona bene e Paoletta Cardullo può far vedere le sue qualità. Cresciuta la ricezione, Lo Bianco può scegliere tra le varie soluzioni d'attacco. Il 25-15 finale fotografa la differenza di valore vista in campo in questo set.
La Russia, appare stanca e cerca di forzare i tempi per chiudere il match. Il quarto s'inizia con la squadra di Karpol avanti di due lunghezze 1-3, che conserva in pratica sino all'11-13. Ma l'Italia è viva ed Eleonora Lo Bianco in giornata. Le azzurre serrano le file in difesa e piazzano un 7-0, che stordisce Gamova e compagne e in pratica indirizza la gara verso il tie-break. Il parziale si conclude con un crescendo italiano a muro, fondamentale con cui siglano 4 degli ultimi sei punti.
La rimonta italiana si completa al termine di uno spettacolare il tie-break. La Russia prova più volte ad allungare, ma l'Italia ribatte colpo su colpo ed opera il sorpasso sull'9-8 e poi guadagna due lunghezze, che mantiene sino al 14-12. Il sortilegio del quinto set sembra penalizzarla ancora. Un attacco della Gamova ed una schiacciata fuori della Gioli riportano il punteggio in equilibrio, ma prima la Piccinini, poi in contrattacco la Rinieri concretizzano il 16-14 che consegna alle azzurre il lasciapassare per Atene 2004.

Questi i risultati, le classifiche e il calendario delle prossime gare del Preolimpico di Tokyo.

Risultati

Tailandia-Portorico 3-0 (25-21, 25-17, 25-23);
Italia-Russia 3-2 (18-25, 22-25, 25-15, 25-17, 16-14);
Corea del Sud-Nigeria 3-0 (25-17, 25-14, 25-13);
Cina Taipei-Giappone

Classifica: Giappone 10 (15-2), Corea del Sud 10 (15-8), Russia 8 (16-6), Italia 8 (16-8), Tailandia 6 (10-9), Portorico 4 (6-13), Cina Taipei 0 (1-15), Nigeria_0 (0-18).

Calendario

16 maggio
ore 4 Portorico-Corea del Sud;
ore 6 Nigeria-Cina Taipei;
ore 8 Italia-Tailandia (diretta sky sport 1);
ore 11 Russia-Giappone (diretta sky sport 1).

Questo l'organico completo delle 12 partecipanti al torneo olimpico femminile di Atene 2004, divise per continenti.
Europa: Italia, Russia, Germania, Grecia.
Asia: Cina, Giappone, Corea del Sud.
Nord e Centroamerica: Stati Uniti, Cuba, Repubblica Dominicana.
Sudamerica: Brasile.
Africa: Kenya.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione