Cerca

Il Cras a difesa dello scudetto Debutto in A1 con la Comense

Coach Ricchini: «Siamo felici e pronti di iniziare la stagione del basket femminile». Il torneo per la prima volta a 12 squadre. Dopo aver vinto la Supercoppa italiana sabato contro Faenza, domani nel campo unico di Napoli (tradizionale appuntamento del LBF Opening Day), alle 17,30, Taranto affronterà le lombarde. In attesa del recupero di Zimerle, è a disiposizione il play-guardia belga Wambe
• L'organigramma del Cras Taranto
Il Cras a difesa dello scudetto Debutto in A1 con la Comense
TARANTO- “Siamo felici e pronti di iniziare la stagione del basket femminile. La difesa del nostro scudetto è uno stimolo in più per fare bene. Se siamo la squadra favorita? Lo siamo assieme a Venezia e Schio, che metto in pole position. Ma ci sono alternative valide in un campionato che non ammetterà match facili. Mi riferisco a Faenza, Parma, Sesto San Giovanni, Priolo, Pozzuoli e la Comense”. Queste le parole alla vigilia del battesimo dell’A1(per la prima volta a 12 squadre) del Cras, da parte dell’allenatore Roberto Ricchini.

Dopo aver vinto la Supercoppa italiana sabato contro Faenza, domani nel campo unico di Napoli (tradizionale appuntamento del LBF Opening Day), alle 17,30, Taranto affronterà la “rivoluzionata” Pool Comense, squadra che Ricchini ha già allenato nella stagione 2007-2008.

LA NOVITA’ WAMBE, LA VOGLIA DI BECKY - Rispetto alla partita che ha fruttato la Supercoppa, Ricchini avrà a disposizione una giocatrice d’organizzazione. Si tratta del play-guardia belga Kathy Wambe, alla quale, in attesa del recupero di Anna Zimerle, spetterà il compito di dirigere tatticamente la squadra. “Lei sta bene, lo stiramento al polpaccio è solo un ricordo – rassicura Ricchini -. Si allena da giorni e sta dimostrandosi vogliosa di poter contribuire alla causa del Cras. Ma per poterci imporre su una squadra nuova e stimolata come la Comense servirà il classico gioco d’assieme di Taranto”. Ricchini non cambia una virgola alla sua filosofia, che nella passata stagione ha permesso al club rossoblù di sognare in tutte e tre le competizioni: Coppa Italia, Fiba Europe Cup e campionato.

“Ora, rispetto alla scorsa annata – spiega l’allenatore - abbiamo Wambe, Montagnino, Giauro e Brunson. Si tratta di giocatrici che, per caratteristiche diverse hanno la loro importanza. Wambe è esperta, ci servirà sia in Italia che in Europa. Montagnino ha punti nelle mani ed entusiasmo, ma deve ancora incastonarsi in un mosaico di alto livello. Giauro ha cattiveria da vendere e sono sicuro che farà bene. Mentre Becky Brunson, dopo un’altra settimana di allenamento con la squadra, la vedo più in confidenza col gioco”. Il primo branco di prova sarà domani, quando il Cras scenderà in campo per difendere il secondo scudetto della sua storia. Assenza pesante è la guardia Greco, che lamenta i postumi di una distorsione alla caviglia. La giocatrice di Los Angeles siederà comunque in panchina per un eventuale “aiuto”.

ZIMERLE: “IN BOCCA A LUPO” - Dopo aver contribuito alla magica stagione scorsa, quella che sta soffrendo in silenzio ai margini del Cras è Anna Zimerle. Il play vicentino è giunta a Taranto debilitata fisicamente, ma ora è a lavoro per il recupero. “Domani sarò a bordo campo a sostenere le mie compagne. Sono ancora una cestista fuori forma, ma la voglia è quella di far pienamente parte di un gruppo che considero magnifico. Faccio un grande in bocca a lupo alla squadra. Mi aspetto ovviamente la vittoria”. Queste le parole della giocatrice-fosforo del Cras. Domani lascerà idealmente il testimone a Wambe, alla quale spetterà dettare i tempi di una squadra che vuol partire in campionato con il piede giusto.

COMO RIPENSA IN GRANDE Dopo aver dominato l’Italia del basket femminile tra gli anni novanta ed i primi del terzo millennio, la Pool Comense, squadra più scudettata d’Italia con 15 affermazioni, aveva ridimensionato i suoi piani. Dalla passata stagione, con i quarti di finale-playoff (persi con il Cras), è rivenuta la “fame” alla storica società del patron Antonio Pennestri. Quest’estate il club nero-stellato ha rivoluzionato il vecchio gruppo, attuando importanti interventi di mercato. Da Pozzuoli è giunta la guardia tiratrice serba (11ma fila delle marcatrici della scorsa A1: 12,3 punti match) Natasa Andjelic; da Parma il play Susanna Stabile che cerca il riscatto dopo i problemi fisici che le hanno negato l’Europeo 2009 con l’Italia; l’interessante guardia svedese Sandra Sinclair e l’ala Jullian Harmon, secondo prodotto prelevato dalla Sanford University, che l’ha lanciata nell’ultima stagione come assoluta protagonista. A “raccomandarla” presso il club lombardo la sua ex compagna americana Brooke Smith. La seconda marcatrice della passata serie A1 (media di 17,3 punti ed 8,6 rimbalzi, alta per un pivot), però, domani non giocherà contro la Comense, perché ancora impegnata con Mercury nella finale Wmba contro Indiana. Al momento si è sul 2-1 per la squadra di Tamecka Dixon, che Pozzuoli sta aspettando con ansia.

Smith non sarà a disposizione del nuovo allenatore della Pool Comense, l’esperto iugoslavo Dragomir Bukvic, secondo coach straniero della storia del club lombardo. “Sono qui per sorprendere con la mia squadra. Aggressività ed agonismo, queste le mie carte che preferisco giocare scoperte” annuncia il tecnico che in vent’anni di carriera nel basket femminile ha guidato Stella Rossa e Partizan di Belgrado, ha portato Novi Sad alle final four di Europe Cup, ed ha diretto la nazionale serba e quella slovena. Bukvic non potrà nemmeno contare in questo inizio di stagione sul buon play titolare Donvito, che durante l’amichevole del 2 ottobre scorso contro Schio (vinta da Como per 88-76) si è procurata un pesante infortunio, che fa sospettare la distorsione al ginocchio sinistro. Altre alternative per il tecnico serbo sono le interessanti giovani “azzurre” Pasqualin e Spreafico. Oltre alle buone titolari Fazio (ala ex Cras) ed il centro Aziz, tornata “affamata” dopo i problemi fisici della passata stagione.

LE FORMAZIONI - Cras Taranto: Wambe, Mahoney, Montagnino, Godin, Brunson; Greco, Siccardi, David, Giauro, Prado. All. Ricchini. Pool Comense: Stabile, Fazio, Andjelic, Harmon, Aziz; Sinclair, Pasqualin, Tunguz, Spreafico, Mandonico. All. Bukvic. Arbitri: Cilento di Napoli e Brindisi di Torino. Inizio della partita alle ore 17,30 presso il PalaArgine campo “A” di Ponticelli (Napoli)

I MEDIA: DIFFERITA MATCH, OSCAR SU STUDIO 100 TV - La sfida Cras-Pool Comense sarà mandata in differita domani (ripresa integrale di terzo e quarto periodo) da Rai Sport Più (digitale terrestre e canale satellitare 227 del bouquet Sky) nella fascia oraria comprensiva tra le 22,45 e le 00,30.

Oltre al massiccio impegno di Rai Sport Più, che trasmetterà tutte e 6 le partite del weekend, vi è la novità dell’accordo siglato con l’emittente media partner del Cras Studio 100 Tv, che manderà in diretta la serata di gala “Donne & Basket” di domani. Appuntamento con Studio 100 Sat (Sky 925) e Studio 100 Tv Terrestre dal salone delle feste del Tiberio Palace Hotel di Napoli dalle ore 21.00 alle 22.30. Gli appassionati di basket potranno così assistere in diretta alla consegna degli Oscar del basket femminile relativi alla stagione 2008/2009 (previsti riconoscimenti per il Cras campione d’Italia) e alla presentazione ufficiale della stagione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400