Cerca

Pallavolo - Piacenza cede ancora nella finale tricolore

A1 maschile: i campioni in carica del Treviso si portano sul 2-0 nella volata per il tricolore. Gli orogranata la spuntano per 1-3 (23-25, 25-21, 20-25, 20-25). Mercoledì sera, a partire dalle ore 20.30, hanno il primo match-ball al PalaVerde. Playoff A2 maschile: alla «bella» Vibo Valentia-Alto Adige
SISLEY-COPRASYSTEL 3-1 (25-23, 21-25, 25-20, 25-14)

COPRASYSTEL VENTAGLIO PIACENZA: Gardini 3, Hernandez 18, Romero, Carletti, Vergnaghi (L), Marshall 20, Botti 1, Grbic 5, Rosalba 12, Tomassetti 6. Non entrati Zlatanov, Bovolenta. All.Velasco Julio.
SISLEY TREVISO: Dineikin 21, Fei 17, Vermiglio 3, Papi 13, Farina (L), Karipidis, Nemec, Tencati 9, Cisolla 12. Non entrati Barbaro, Decio, Casoli. All. Bagnoli Daniele.
ARBITRI: Vittorio Sampaolo, Fabrizio Pasquali.
NOTE - Spettatori 4600, durata set: 23', 22', 23', 20'; tot: 88'. Coprasystel Ventaglio Pc: battute sbagliate 12, vincenti 2, ricezione positiva 80% (perfetta 60%), attacco 48%, muri 9, errori 7. Sisley Treviso: battute sbagliate 14, vincenti 1, ricezione positiva 88% (perfetta 62%), attacco 57%, muri 15, errori 9.

MONZA - Rischia di finire con un «cappotto» la prima serie di finale scudetto per la Coprasystel Piacenza. Davanti ai 4.600 che hanno gremito il PalaCandy di Monza, il sestetto di Julio Velasco cede ancora il passo, con l'onore delle armi, ai campioni in carica della Sisley Treviso, che si portano sul 2-0 nella volata per il tricolore con lo stesso risultato di gara-uno. Gli orogranata la spuntano ancora per 1-3 (23-25, 25-21, 20-25, 20-25) in un'ora e 28 minuti di gioco e mercoledì sera, a partire dalle ore 20.30, hanno il primo match-ball al PalaVerde: ipotizzare una serie lunga, a questo punto, è un esercizio che spetta solo ed esclusivamente al più incallito dei tifosi emiliani. E forse anche a Julio Velasco, che può a ragione maledire la sorte per una serie di infortuni che hanno minato il suo impianto di gioco: senza Hristo Zlatanov dal pronti e via, l'ex commissario tecnico dell'Italvolley si è trovato in corso d'opera a dover utilizzare con il contagocce l'acciaccato Massimo Botti e a dover chiedere a Nikola Grbic di stringere i denti per proseguire in cabina di regia. E se è vero che Simone Rosalba è un settimo uomo di assoluto rispetto, è anche vero che le condizioni fisiche della truppa di Daniele Bagnoli era nettamente migliori, con Samuele Papi comunque recuperato anche se non spremuto.
L'Mvp della serata è stato il varesino Alessandro Fei, a referto con 17 punti e capace di dare al muro, assieme al solito Stanislav Dineikin (21 punti), quella solidità su cui alla fine si è arreso anche un indomito Leonell Marshall. E' stato lo schiacciatore cubano l'arma in più della Coprasystel nel secondo set, quello della speranza emiliana di riaccendere la sfida, andata poi spegnendosi nel prosieguo della partita. Di punti, Marshall, ne mette a segno 20, due in più del suo connazionale Osvaldo Hernandez: sforzi inutili contro una Sisley non impeccabile in battuta ma desiderosa di cominciare a far baldoria già mercoledì al PalaVerde.

A2 MASCHILE - PLAYOFF

Brillrover Sudtirol Alto Adige - Callipo Vibo Valentia 3-2 (25-20,24-26,22-25,25-17,15-10)

PROSSIMO TURNO

Mercoledì 12 o Giovedì 13 Maggio 2004 ore 20:30 (la data definitiva verrà decisa domani)

Tonno Callipo Vibo Valentia - Brillrover Sudtirol Alto Adige

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400