Cerca

Lunedì 23 Ottobre 2017 | 22:57

Ventura: «Ho rispetto del  Catania, sarà difficile»

Fino ad ora e nelle sei partite fin qui disputate Ventura era stato sempre chiaro vedendo nella prestazione l’elemento fondamentale. Alla vigilia della partite contro il Catania la tendenza cambia: «Abbiamo dimostrato che la prestazione sappiamo metterla in campo adesso serve il risultato»
• Il Catania arriva in emergenza
• Bari-Catania le curiosità in cifre
Ventura: «Ho rispetto del  Catania, sarà difficile»
BARI – «Ho molto rispetto del Catania come squadra, ma ciò che mi fa paura di questa partita è quello che può fare o non fare il Bari». Così Giampiero Ventura, in conferenza stampa alla vigilia della gara di campionato, presenta l’avversario del Bari. 
«Sarà una gara difficile per noi, dovremo stare molto attenti e scendere in campo con la giusta mentalità cosi come abbiamo fatto a Milano. Sarà una gara che probabilmente offrirà meno palle gol rispetto a quelle giocate fino ad ora ma che nasconde dei pericoli per noi. Morimoto è il primo giapponese di livello di categoria, Mascara può fare gol da qualsiasi distanza come ha dimostrato, insomma hanno buoni giocatori ai quali dovremo prestare molta attenzione. Sono gli ingredienti necessari al Bari in questa partita? Ci vorrà determinazione, voglia di vincere, umiltà, intelligenza tattica. La mia è una squadra che se vuole può. Non dobbiamo dare nulla per scontato. Mi aspetto continuità nella prestazione e se dovesse andar bene significherebbe essere marchiati come squadra». 

Fino ad ora e nelle sei partite fin qui disputate Ventura era stato sempre chiaro vedendo nella prestazione l’elemento fondamentale. Alla vigilia della partite contro il Catania la tendenza cambia: «Abbiamo dimostrato che la prestazione sappiamo metterla in campo adesso serve il risultato». Una battuta anche sulla vicenda societaria: «In campo non cambierà nulla adesso che abbiamo saputo che la trattativa è saltata. I ragazzi sono stati bravi sin dal primo giorno di ritiro a pensare solo al campo estraniandosi dalle vicende societarie. Hanno sempre e solo parlato di calcio».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione