Cerca

Martedì 17 Ottobre 2017 | 20:49

Alla festa dell’atletica un tripudio di emozioni

Il memorial Oddo di Brindisi onorato dalla presenza di campioni. Alla seconda edizione, sulla pista e sulle pedane dell’impianto di atletica leggera «Lucio Montanile», in contrada «Masseriola», hanno partecipato oltre cento atleti, di tutte le età e le categorie della Fidal, dagli «esordienti» agli «assoluti». E sono stati presenti anche i tesserati delle società «Amatori», i quali hanno corso i 1.500 e i 5.000 metri
Alla festa dell’atletica un tripudio di emozioni
BRINDISI - Dai tre ai trenta e passa anni. Alla seconda edizione del «Memorial Giuseppe A, Oddo», sulla pista e sulle pedane dell’impianto di atletica leggera «Lucio Montanile», in contrada «Masseriola, hanno partecipato oltre cento atleti, di tutte le età e le categorie della Fidal, dagli «esordienti» agli «assoluti». E sono stati presenti anche i tesserati delle società «Amatori», i quali hanno concluso le gare, impegnandosi, sotto una fitta pioggia e quasi al buio, la manifestazione correndo i 1.500 e i 5.000 metri.

Giuseppe Amilcare Oddo ha diretto la Unione sportiva Folgore sino al 7 luglio 1999, quando all’età di 89 anni, è deceduto nella sua casa di via Giovanni XXIII, a Brindisi, vicino alla palestra che due anni fa gli è stata intestata per volontà dell’Amministrazione comunale di Brindisi. Oddo, oltre ad essere stato insignito della «Stella doro» al merito sportivo, la massima onorificenza del Coni, è stato designato dal Consiglio comunale di Brindisi «Cittadino onorario». In oltre cinquanta anni, Oddo ha diretto la Folgore che ha avviato al calcio, alla pallavolo, alla pallacanestro e all’atletica leggera migliaia di giovani, organizzato diverse decine di manifestazioni sportive anche a carattere internazionale e conseguito un numero straordinario di titoli regionali ed alcuni nazionali (con Tommaso Elia nella marcia 10 chilometri e Daniele Buttiglione nel salto triplo).

Il presidente della società. Alberto Binetti e tutti gli altri dirigenti e tecnici hanno deciso di decidare a Oddo un memorial, giunto alla seconda edizione e che giovedì scorso, 24 settembre, ha registrato un inatteso successo di partecipanti. Oltre al campione europeo di salto triplo under 23 Daniele Greco, e al campione italiano dell stessa specialità nella categoria allievi, Leonardo Bruno (allenati entrambi da Raimondo Orsini), ha gareggiato nei 100 metri, la brindisina, Daniele Bellanova, ma anche la detentrice del record (manuale) pugliese della distanza, Francesca Ruotolo.

Ma in campo tanti gli atleti provenienti dalle società della provincia di Brindisi, Atletica Amatori Cisternino e Atletica Francavilla, nonchè tutte quelle del settore «Amatori». Non hanno voluto mancare anche atleti provenienti da diverse società leccesi e baresi.

La festa sugli spalti e in pista è stata anche per i bambini che hanno incontrato i pupazzi degli «Artisti di strada» e il clown di «Artisticamente». Un festa dell’atletica leggera, per un settore che negli ultimi due anni ha fatto segnare un record dopo record di adesioni.

Ora il «L. Montanile» pullula di ragazzi che si allenano, corrono, saltano e lanciano con entusiasmo e puntano alle migliori prestazioni delle singole specialità e a diventare tra i migliori atleti della Puglia e conquistare uno spazio anche nell’atletica leggera nazionale.

Bruno Stasi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione