Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 12:29

San Vito si presenta alla tifoseria in vista della prossima A2 di volley

Un bel “padrino” per le atlete della Cedat85: l'attore Riccardo Sardonè (Incantesimo, Scusa ma ti chiamo amore, ecc.) ieri sera ha tenuto a battesimo la rinnovata formazione sanvitese. La sfilata della squadra è avvenuta nel corso di una manifestazione svoltasi in un gremitissimo Teatro Melacca. Ad aprire la serata la band “Frank's Quartet Gang and Lady Blue”; quindi il saluto del presidente Luigi Sabatelli
San Vito si presenta alla tifoseria in vista della prossima A2 di volley
SAN VITO - Un bel “padrino” per le atlete della Cedat85 Volley San Vito: è l'attore Riccardo Sardonè (Incantesimo, Scusa ma ti chiamo amore, ecc.) che ieri sera ha tenuto a battesimo la rinnovata formazione sanvitese, pronta a disputare il campionato di serie A2 femminile.

La presentazione ufficiale della squadra alla città è avvenuta nel corso di una simpatica manifestazione, condotta da Raffaele Romano, svoltasi in un gremitissimo Teatro Melacca.

Ad aprire la serata la band “Frank's Quartet Gang and Lady Blue”; quindi, a nome di tutti i dirigenti del sodalizio sanvitese, il saluto del presidente dello stesso, Luigi Sabatelli. Han fatto seguito gli interventi delle autorità (il vice sindaco Luigi Boggia, il presidenti del Coni, Nicola Cainazzo, e della Fipav, Mario Palmisano Romano, l'on. Luciano Sardelli).

In un crescendo di presentazioni e spettacolo (sono state presentate le squadre della stessa società che disputeranno i campionati di serie C maschile e serie D femminile e si sono esibiti nel Rope skipping e nel Double Dutch i ragazzi della Dafne Club Azzurro ed i due danzatori di pizzica Fabrizio Nigro e Stefania Ancora, de I Taricata) si è arrivati al momento più atteso, quello della presentazione di ognuna delle atlete che compongono il roster 2009/2010 della Cedat85 San Vito, dello staff tecnico e dello stesso main sponsor, sottolineata dagli “olè” degli ulttras.

A fare da “padrino”, come si diceva, Riccardo Sardonè che ha promesso di seguire, e non solo a distanza, le vicende della squadra, sentendosi ormai legato ad essa. In chiusura, le note dell'ormai famoso inno della formazione biancazzurra scritto da Antonio Prete e cantato dai Gesacchiotti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione