Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 17:19

Il Bari perde  con il Cagliari

Cronaca della partita
Nella quinta giornata della serie A di calcio, i biancorossi passano dall'esaltante vittoria contro l'Atalanta all'inaspettata e meritata sconfitta contro i sardi, che passano al 77' con il decisivo gol di Nenè. Prestazione decisamente scadente. Ma Ranocchia sfiora il pari al 90'
• I risultati: perde il Bologna
• La classifica: il Bari a quota 6
• I cannonieri: Di Natale 7 gol
• Il prossimo turno: Milan-Bari
Il Bari perde  con il Cagliari
BARI - Il Cagliari passa con merito al San Nicola e costringe il Bari alla prima sconfitta stagionale grazie ad una prestazione molto aggressiva sul piano fisico e brillante su quello tattico: il risultato è lo specchio fedele di una gara nella quale Gillet e compagni non hanno mai dato l'impressione di riuscire ad imporre la propria supremazia ed hanno sofferto molto la rapidità offensiva degli avversari. Il gol di Nenè alla mezz'ora della ripresa è però scaturito da una leggerezza di Ranocchia, che ha lisciato un cross dalla destra, lasciando l'attaccante libero di segnare.

Sfida tutta tattica quella tra i pugliesi e i sardi: l'undici di Ventura ha patito a centrocampo l'imprevedibilità di Cossu, con Donati e Gazzi in difficoltà nell'accorciare le distanze tra i reparti. Rivas e Alvarez hanno trovato le fasce sbarrate e la manovra è risultata asfittica. Scarsa l'intesa nel tandem Barreto-Meggiorini, e soprattutto pochi rifornimenti compatibili con le caratteristiche delle due punte. Di contro il Cagliari ha espresso una netta supremazia, con Matri a tratti inafferrabile per Andrea Masiello e i centrali Bonucci e Ranocchia costretti agli straordinari per tamponare le incursioni avversarie. Per il primo quarto d'ora i padroni di casa sono stati schiacciati nella propria metà campo.

Cossu ha sfiorato il gol con un diagonale molto angolato, Andrea Masiello ha sbrogliato una mischia pericolosa e solo al 26' il Bari si è reso visibile in attacco con un tiro sopra la traversa di Alvarez, a cui ha replicato subito una bordata dal limite di Dessena. Nel finale un nuovo affondo dell'honduregno con bordata centrale parata da Marchetti. Nella ripresa il copione della gara è rimsto invariato, con i rossoblù costantemente pungenti con rapide triangolazioni offensive e conclusioni dal limite dell'area di Dessena e Lazzari. Solo al 20' Ventura è corso realmente ai ripari sbilanciando lo schieramento con gli innesti di Kutuzov e Langella (per Rivas e Alvarez), che hanno reso ancora più offensivo il 4-2-4, costringendo così i terzini avversari a rinunciare a sganciarsi in fase appoggio.

La macchinosità nella costruzione delle trame d'attacco è proseguita e Meggiorini ha rotto la monotonia cagliaritana con una bordata dalla lunga distanza, deviata in angolo con un colpo di reni da Marchetti. Alla mezz'ora il gol del vantaggio: Jeda ha approfittato dello scarso mordente in marcatura di Salvatore Masiello e ha crossato un pallone senza pretese dalla destra, Ranocchia ha svirgolato e il nuovo entrato Nenè ha fulminato Gillet. Poi Allegri ha rinforzato la diga centrale con il quarto centrocampista, Biondini, per l'estroso Cossu, e superare la metà campo per Donati e compagni è diventato ancora più difficile. Nel finale Marchetti ha salvato il risultato deviando in angolo una deviazione di testa di Ranocchia.

BARI-CAGLIARI 0-1 (0-0 nel primo tempo)


BARI (4-4-2): Gillet 6; A. Masiello 6, Ranocchia 6, Bonucci 6, S.Masiello 5.5; Alvarez 6 (11' st Langella 5.5), Donati 6, Gazzi 5 (39' st De Vezze sv), Rivas 6 (21' st Kutuzov 5); Barreto 5, Meggiorini 5. In panchina: Padelli, Stellini, Diamoutene, Greco. Allenatore: Ventura 5.
CAGLIARI (4-3-1-2): Marchetti 6; Marzoratti 5.5, Canini 6, Astori 6, Agostini 6; Dessena 6, Parola 6, Lazzari 6; Cossu 6.5 (35' st Biondini sv); Jeda 6 (44' st Barone sv), Matri 5.5 (28' Nenè 6). In panchina: Lupatelli, Sivakov, Ragatzu, Larrivey. Allenatore: Allegri 6.
ARBITRO: Calvarese di Teramo 6.
RETI: 32' st Nenè.
NOTE: Serata umida, terreno pesante. Angoli 4-4. Ammoniti Astori, Donati, Dessena, Bonucci, Agostini. Recupero: 0'; 3'. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione