Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 10:14

Enel Basket Brindisi prepara in silenzio il nuovo campionato

L’hanno vista in pochi, ma quel numero limitato di sostenitori che l’ha seguita in una sorta di quasi pellegrinaggio sportivo nei vari palasport, ha visto una squadra completa, che è già capace di sviluppare una manovra bella, ariosa, producente. In attesa di cominciare il campionato di legadue di basket maschile, venerdì e sabato parteciperà al Trofeo del Lido delle Rose di Roseto
Enel Basket Brindisi prepara in silenzio il nuovo campionato
BRINDISI - L’hanno vista in pochi, ma quel numero limitato di sostenitori che l’ha seguita in una sorta di quasi pellegrinaggio sportivo nei vari palasport, ha visto una squadra completa, che è già capace di sviluppare una manovra bella, ariosa, producente. È l’Enel Basket del presidente Antonio Corlianò, del direttore generale Antonello Corso, del capace e pertanto vincente coach siciliano Giovanni Perdichizzi, è il gruppo del patron Massimo Ferrarese. È la squadra spiegata con molta lucidità dal team manager Santi Puglisi, il quale, senza battere la grancassa, ma invitando tutti a tenere i toni bassi, ha detto di un gruppo affidabile, in grado di esprimere una bella pallacanestro, che ha necessità di lavorare ancora tanto in palestra perchè il gruppo possa compattarsi come si conviene.

«Ho visto, nel corso dell’ultimo torneo, giochi interessanti: buone difese ed altrettante belle azioni offensive. Le une e le altre condotte con una buona predisposizione al gioco di squadra».

Non sono certo parole di pubbliche relazioni. Non sarebbe da Santo Puglisi. Quella di cui parla il team manager è l’Enel Basket con la quale Perdichizzi sta cercando di costruire il suo capolavoro, più bello di quello realizzato qualche anno fa a Capo d’Orlando. Ma perchè lo «sceriffo» possa assestare il colpo che sconfina nell’arte, dovrà essere sorretto dall’ambiente tutto. Oggi, per ammissione dello steso tecnico, la squadra non è perfetta, ma sta seguendo uno spartito ben collaudato. Nel disegno generale l’Enel Basket dovrà essenzialmente divertirsi per divertire.

«Al palaMangano - commenta il tecnico -, i ragazzi hanno giocato bene. Così come piace a me. È fin troppo evidente che abbiamo bisogno di un po’ di tempo ancora per mettere a puntino ogni cosa. Ci sono delle cose sulle quali possiamo continuare ad insistere, perchè mi sembra ben accettate da tutti, altre che sarà bene mettere da parte, visto che si nota qualche difficoltà di troppo nell’esecuzione. D’altronde, le gare effettuate in questo periodo servono a questo».

Coach Perdichizzi nel commentare la prima fase della stagione è sereno. E sebbene al via del campionato manchino poco più di dieci giorni, è tranquillo. «Perché ho visto che i ragazzi svolgono alla lettera tutto ciò che prepariamo nel corso del lavoro in palestra. E questo è per me motivo di grande soddisfazione».

Allena un gruppo, il coach siciliano, che ha al suo interno gente che ha calcato parquet molto importanti e che vanta curricula di tutto rispetto. Ed è proprio per questo che la sua soddisfazione è maggiore. Anche questa settimana continuerà con il doppio lavoro giornaliero. Nel corso del Torneo di Roseto metterà a punto qualche altro schema. Il 64° Trofeo Lido delle Rose sarà ad ingresso libero, con l’auspicio che al palasport Remo Maggetti di Roseto ci sia una bella cornice di pubblico venerdì e sabato. A contendersi il Trofeo 2009, saranno 4 squadre di Legadue: Brindisi, Pistoia, Rimini, Scafati. Il programma: venerdì alle 18.30 – Rimini-Scafati; alle 20.30 – Brindisi-Pistoia; sabato ore 18.30 – finale 3° e 4° posto; ore 20.30 – finale 1° e 2° posto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione