Cerca

Bari straripante contro l'Atalanta

Cronaca della partita
Nel quarto turno della serie A di calcio, i biancorossi colgono la prima vittoria della stagione. Finisce 4-1. Bergamaschi annichiliti già all'inizio: segnano Rivas al 7' e Barreto al 9'. Poi è la volta di  Alvarez al 39'. Nella ripresa, Barreto sbaglia un rigore. Donati arrotonda al  61'. Bellini accorcia all'84'
• Barreto: «Davvero un grande Bari»
• Ventura: «Ottima gara, al di là del risultato»
• Gregucci rischia d'essere esonerato 
• I risultati: ko Cagliari, Bologna e Siena
• La classifica: Bari a +5 dalla salvezza
• I cannonieri: sei biancorossi con un gol
• Mercoledì sera si gioca Bari-Cagliari
Bari straripante contro l'Atalanta
BARI-CAGLIARI 4-1 (3-0 nel primo tempo)

BARI (4-4-2): Gillet 6; A. Masiello 6, Ranocchia 6, Bonucci 6, S. Masiello 6; Alvarez 7, Donati 7 (28' st Almiron sv), Gazzi 6.5, Rivas 7.5 (1' st Langella 6.5); Barreto 7 (14' st Meggiorini 6.5), Kutuzov 6.5. In panchina: Padelli, Belmonte, Greco, De Vezze. Allenatore: Ventura 7.
ATALANTA (4-4-2): Consigli 5; Garics 5, Manfredini 4.5, Talamonti 4, Bellini 5.5; Ceravolo 4.5 (1' st Radovanovic 5), Guarente 5, Caserta 5 (31' st Doni sv), Padoin 4.5; Tiribocchi 5 (24' st Valdes sv), Acquafresca 5. In panchina: Coppola, Pellegrino, Layun, Madonna. Allenatore: Luzardi (Gregucci squalificato) 4.
ARBITRO: Tommasi di Bassano del Grappa 6.5
RETI: 7' pt Rivas, 9' pt Barreto, 39' pt Alvarez, 16' st Donati, 39' st Bellini.
NOTE: Pomeriggio di sole, terreno in buone condizioni. Spettatori: 10.000 circa. Al 7' st Consigli respinge un rigore calciato da Barreto. Angoli: 3-3. Ammoniti: Barreto, Manfredini, Guarente. Recupero: 1'; 0'.

BARI – Un Bari esaltante o un’Atalanta deprimente? Come spesso accade la verità sta nel mezzo e il risultato è l'eclatante 4-1 con cui i pugliesi travolgono i nerazzurri. Rivas, Barreto, Alvarez e Donati trafiggono Consigli che potrebbe incassarne almeno altri tre di gol, ma è bravo a respingere il rigore calciato da Barreto e a fermare Meggiorini, poi è anche aiutato dal palo. All’84' l’unica nota lieta (si fa per dire) per l'Atalanta che segna il primo gol del suo campionato: lo sigla Bellini, ma è una rete senza sorrisi.

I nerazzurri, ancora senza vittorie e senza gol, si presentano al San Nicola privi di Doni che, non al meglio, inizia dalla panchina. Gregucci (in tribuna per squalifica, al suo posto Luzardi) affianca Tiribocchi ad Acquafresca. Ventura schiera un 4-4-2 molto offensivo che richiama il 4-2-4 che nella scorsa stagione ha fatto la fortuna del Bari targato Conte. Le novità sono Rivas (preferito a Langella) e Barreto (al debutto), immediatamente devastanti. Sono proprio loro, dopo pochi secondi, a creare la prima insidia per la porta di Consigli, ma il colpo di testa in tuffo di Barreto, su assist di Rivas non trova la porta. Pericolo scampato, ma è solo una questione di minuti perchè al 7' Rivas inventa uno splendido gol: gran destro dai 22 metri, palla sotto l’incrocio e Consigli battuto. L’Atalanta è nel pallone, Manfredini si fa male, rientra, ma al 9' la partita è già chiusa: Kutuzov serve Barreto sul filo del fuorigioco, perfetto il tocco sotto del brasiliano che supera Consigli: 2-0 dopo 9 minuti.

Atalanta alle corde, confusa e spiazzata dalla forza dei galletti che all’11' vanno vicini al 3-0, ma questa volta Rivas e Barreto graziano l’incerto Consigli. Atalanta in bambola, Acquafresca prova a svegliare i suoi con un destro che Gillet blocca a terra. Nonostante la presunta inferiorità numerica a centrocampo, il Bari spadroneggia con Gazzi e Donati ed è imprendibile sulle fasce con Rivas e Alvarez che, al 39', sigla il tris: perfetto l’assist di Barreto, bello l’inserimento dell’ex Roma che batte Consigli. Bari incontenibile, non solo per i propri demeriti, ma anche e soprattutto per i limiti di un’Atalanta inguardabile in difesa. Al 46' magia di Rivas, Kutuzov prova il colpo di tacco «alla Bettega», ma non trova la deviazione vincente. Si chiude qui un primo tempo da incubo per l’Atalanta, ma non è che la ripresa sia diversa.

Ventura toglie l’ottimo Rivas e inserisce l’ex Langella che dopo appena 6 minuti, fa impazzire Talamonti che lo atterra: rigore. Dal dischetto va Barreto, Consigli limita i danni e respinge la conclusione dell’ex Udinese che, al 14', viene sostituito da Meggiorini. Barreto non gradisce: incontentabile. Gregucci in tribuna fa quasi tenerezza, la sua espressione dice più di mille parole. Anche perchè al peggio non c'è mai fine, così come all’apoteosi del Bari che al 16' segna ancora: è il turno di Donati, altro ex di turno che ruba palla, serve Meggiorini e poi chiude facendosi trovare pronto per il tap-in che fissa il risultato sul 4-0. Il Bari rallenta, ma l'Atalanta non c'è e il palo nega il gol del pokerissimo a Meggiorini che ci riprova poco dopo (bravo Consigli in uscita).

L'Atalanta resta anche in 10 per l’infortunio muscolare di Talamonti: proprio una domenica da dimenticare. La speranza è che per Gregucci ci sia l’occasione del riscatto, Ventura e Bari tutta, invece, sognano di vivere altre giornate così. Intanto 4 partite 6 punti, prima vittoria e nessuna sconfitta...non male per una neopromossa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400