Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 04:09

Grandoni: «Impensabili i playoff per il Gallipoli»

Lui, che i playoff di serie B di calcio li ha vinti, sa quanto è dura conquistarli. Il difensore, lo scorso anno promosso con la maglia del Livorno solo dopo gli spareggi, dice che al momento l'obiettivo «è impensabile. È giusto porsi obiettivi importanti e che l'allenatore stimoli la squadra nella maniera che ritiene più appropriata. Ma è una meta difficile da raggiungere. Sebbene il calcio sia strano e può succedere di tutto»
• Gli arbitri della 5ª giornata di serie B
Grandoni: «Impensabili i playoff per il Gallipoli»
di STEFANO LOPETRONE

SAN DONATO (LECCE) - Lui, che i playoff li ha vinti, sa quanto è dura conquistarli. Alessandro Grandoni, lo scorso anno promosso sul campo con la maglia del Livorno solo dopo l'appendice degli spareggi, dice che al momento l'obiettivo «è impensabile». Il difensore, che col suo arrivo ha raddrizzato gran parte dei problemi della retroguardia salentina, commenta così l'uscita di Beppe Giannini, che nel dopopartita ha cercato di dare una scrollata all'ambiente fissando nei playoff l'obiettivo stagionale del Gallipoli. «È giusto porsi obiettivi importanti e che l'allenatore stimoli la squadra nella maniera che ritiene più appropriata. È una meta difficile da raggiungere: la B è un campionato logorante. A noi giocatori il compito di dare il massimo, poi vedremo che cosa riusciremo a ottenere. I playoff in questo momento sono impensabili, ma il calcio è talmente strano che può succedere tutto».

Tappa decisiva nel cammino del Gallipoli sarà la gara di sabato contro il Vicenza, capace di vincere il recupero di Reggio Calabria: «Dobbiamo ripetere l'ottima prestazione fatta col Sassuolo. L'unica maniera per dimenticare le delusioni della domenica precedente è guardare avanti. Il Vicenza dopo la vittoria in casa della Reggina sarà gasato. Dobbiamo essere preparati». Anche Grandoni, nonostante l'ottima prova di sabato al Via del Mare, ha qualcosa da farsi perdonare: «Avrei potuto segnare il gol del raddoppio, ma su quel pallone sono arrivato col passo lungo».

L'amichevole di ieri è finita 3-0 (in gol Eliakwu, Abbate e su rigore Di Gennaro). Contro la Primavera, Giannini ha schierato nel secondo tempo la probabile formazione titolare, confermando gli undici che hanno pareggiato col Sassuolo. Gli unici dubbi che il tecnico romano potrebbe portarsi fino a Vicenza riguardano il portiere (tra Garavano e Sciarrone) e l’esterno sinistro (Sosa è in vantaggio su Daino). Ieri era assente Pallante (permesso), il cui transfer, insieme a quello di Eliakwu, dovrebbe arrivare la prossima settimana. Hanno svolto lavoro differenziato D'Aversa, Moro, Di Carmine. Si è visto in campo il centrocampista francese Issas Zaim, classe '90, in prova per qualche giorno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione