Cerca

Ventura: «Pari giusto ma c'è del rammarico»

Il tecnico del Bari dopo l'1-1 di Palermo: ««Sono soddisfatto prima di tutto si essere qui a parlare di calcio dopo l'incidente e poi anche del pareggio. Usciamo dal campo con un pizzico di rammarico come a Milano, anche se loro hanno meritato per come hanno spinto negli ultimi 30 minut. Abbiamo fatto una partita a viso aperto. Per noi era importante dare segnali di continuità. È sinomino di maturità del gruppo»
Ventura: «Pari giusto ma c'è del rammarico»
PALERMO – Giampiero Ventura, che in settimana è uscito bene da un incidente stradale, stava per compiere il colpaccio con il suo Bari a Palermo. «Sono soddisfatto prima di tutto si essere qui a parlare di calcio - spiega ai microfoni di Raisport – e poi anche del pareggio. Usciamo dal campo con un pizzico di rammarico come a Milano. Per noi era importante dare segnali di continuità. Venire su un campo come Palermo contro un’ottima squadra, più la pioggia e l’incertezza di giocare non era certo facile. Abbiamo fatto una partita a viso aperto. Potevamo anche vincere e nessuno avrebbe potuto dire niente, anche se loro hanno meritato per come hanno spinto negli ultimi 30 minuti».

Ottimo l’inizio di stagione del Bari nonostante le non chiare vicende societarie legate alla possibile cessione. «È sinomino di maturità del gruppo – spiega Ventura – non si è insensibili, è stato anche difficile fare il mercato, però al di là di questo sono bravi i giocatori non solo a fare le partite ma a rimanere concentrati e sereni».

Le tante emozioni hanno messo ko Walter Zenga, che ha avuto qualche problemino di pressione e ha mandato in conferenza stampa il suo vice, Massimo Pedrazzini. “Abbiamo dato segnali importanti – ha detto – Abbiamo fatto il massimo anche considerando che il campo non ci ha permesso di costruire bene le azioni. Poi è arrivato il gol di Budan e siamo felicissimi per lui e per noi”. Il Palermo “forza quattro” con tutte le punte in campo ha dato buoni risultati. “Non credo sia importante il numero degli attaccanti in campo, quanto il loro movimento anche senza palla – ha spiegato – Il Palermo, comunque, non è mai stato in difficoltà”. 

Riccardo Allegretti, che ha fatto sognare i tifosi del Bari per 90', non ha perso il sorriso dopo il pareggio in extremis del Palermo. “Non segnavo da tanto – ha detto – Sono davvero contento per quello che abbiamo fatto. Certo, vincere sarebbe stato il massimo, ma va bene così. La gente ci dava per spacciati contro l’Inter e abbiamo pareggiato, adesso un altro punto fuori casa che ci dà morale”. 

Il più felice è Igor Budan, tornato al gol dopo più di un anno e al termine di una lunga serie di infortuni. “E' stato fantastico riuscire a segnare il pareggio. Era importante per me ma soprattutto per il Palermo – ha spiegato il croato – Avevamo avuto tantissime occasioni nel secondo tempo e la palla non voleva davvero entrare. Sicuramente devo ringraziare mia moglie che è riuscita a sopportarmi. In questi mesi ero nervoso e un pò demoralizzato”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400