Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 14:04

Bari raggiunto nel recupero

Bari raggiunto nel recupero
PALERMO-BARI 1-1 (0-1 nel primo tempo) 

Palermo: Rubinho 5,5, Cassani 6,5, Bovo 6, Kjaer 6, Balzaretti 7, Nocerino 6,5, Bresciano 5,5 (dal 15' st Budan 6,5), Blasi 5,5 (dal 31' st Succi 6), Miccoli 6,5, Pastore 5,5 (dal 31' st Simplicio 6), Cavani 6,5 (88 Sirigu, 3 Goian, 14 Bertolo, 21 Melinte). All.: Zenga 6.
Bari: Gillet 7,5, Masiello A. 6, Ranocchia 5,5, Bonucci 5,5, Masiello S. 6, Alvarez 6,5 (dal 10' st Rivas), Gazzi 6, Donati 6,5, Allegretti 6 (dal 22' st De Vezze 6), Kutuzov 5,5 (dal 30' st Langella sv), Meggiorini 5,5 (25 Padelli, 10 Barreto, 18 Greco, 27 Stellini). All.: Ventura 6.
Arbitro: Andrea Romeo di Verona 5.
Reti: nel pt al 2' Allegretti, al 46' st Budan.
Calci d’angolo: 9 a 2.
Ammoniti: Blasi e Bovo per gioco falloso, Pastore per comportamento non regolamentare.
Espulsi: nessuno
Recupero: 2' e 5'.
Spettatori: 20.004 per un incasso di 268.991 euro.


PALERMO – Dopo una rincorsa durata 90 minuti il Palermo riacciuffa il pareggio in extremis con un Bari che ha tentato di portare a casa i tre punti grazie all’insperato vantaggio arrivato al 2' con Allegretti. È Budan l’eroe del pomeriggio rosanero, dopo che Zenga le aveva provate tutte, facendo entrare nell’ultimo quarto d’ora anche il croato e Succi con un attacco a quattro. L’1-1 è arrivato al secondo minuto di recupero, al termine di un forcing disperato dei rosa.

Piove su Palermo e la partita comincia con 25' di ritardo. Gli addetti al campo hanno cercato di rendere il terreno di gioco praticabile, ma la palla fa fatica a rimbalzare dopo il violento nubifragio. Zenga lascia in panchina Simplicio. Al suo posto il nuovo acquisto Blasi, che assieme a Nocerino e Bresciano forma il centrocampo rosanero. In attacco la coppia del gol Miccoli-Cavani, supportati da Pastore. Nessuna sorpresa nel Bari di Ventura, che preferisce Donati a De Vezze. Davanti il duo Kutuzov-Meggiorini.

Il gol di Allegreti in Palermo-BariPassano solo due minuti e il Bari va in vantaggio. Voragine nella difesa del Palermo su azione di corner per il Bari. Alvarez prende palla e salta un paio di giocatori. Il suo tiro si infrange sul palo, ma sulla ribattuta è pronto Allegretti per il tap-in. Il Palermo accusa il colpo e non riesce a uscire dalla propria metà campo fino al 12' quando Miccoli dribbla un giocatore, rientra sul destro e tenta il tiro a girare, ma Gillet è bravo ad allungarsi e a deviare la palla in corner. Al 15' altra occasione per i rosa divorata, stavolta, da Pastore che da due passi non riesce a mettere in rete di testa.

Il derby tra il salentino Miccoli e il portiere del Bari Gillet prosegue al 17', ma l’estremo difensore non ha problemi a bloccare il tiro centrale del bomber. I rosa ci provano a ripetizione e anche Nocerino ha una grande occasione al 24' con un tiro in scivolata sul primo palo sul quale Gillet si fa trovare pronto. Si gioca a una porta sola, con il Bari che si chiude in difesa e tenta rare ripartenze, mentre il Palermo si danna alla ricerca del pareggio, senza però sviluppare il gioco brillante che predica Zenga. Al 41' ci prova anche Cavani, con un colpo di testa preciso ma debole.

Zenga non cambia nulla nella ripresa e non muta neanche l'andamento della partita con il Palermo che va all’arrembaggio fin dai primi minuti. Il primo vero pericolo per il Bari però arriva solo all’11' quando il destro potente, ma centrale, di Pastore viene alzato sopra la traversa dal solito Gillet. I rosa si buttano in avanti in ordine sparso, senza molta precisione. Il pareggio potrebbe arrivare su calcio di rigore, se l'arbitro avesse giudicato diversamente un fallo di mano di De Vezze in area della difesa barese, sul cross di Cavani. A nulla servono le proteste dei rosa e la rabbia di Zenga che alla mezz'ora decide di tentare il tutto per tutto e mette in campo quattro attaccanti, affiancando a Cavani e Miccoli anche Succi e Budan.

Il gol di Budan in Palermo-BariIl risultato è una squadra spezzata in due che porta i rosa a rischiare qualcosa dietro, mentre in avanti fioccano le occasioni da gol. Prima Budan sfiora il palo con un rasoterra a incrociare, poi Succi non riesce a correggere in rete un cross basso di Cavani dal fondo e e infine Miccoli che si smarca in area, gimkana in un metro quadrato e tiro di poco alto sulla traversa. Poi di nuovo Cavani di testa e Cassani dalla distanza tentano, senza fortuna, di far crollare il fortino pugliese. La trincea di Ventura non ferma però il ritrovato Budan, che con caparbietà intercetta un cross di Balzaretti, vince un rimpallo e trafigge Gillet al 47'.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione