Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 16:03

E il Cras Taranto ritrova le emozioni di una partita

Dopo settimane di lavoro atletico con corse in pineta ed esercizi in palestra, dopo sedute tecniche e studio di schemi in campo, adesso è la volta di un primo vero assaggio di pallacanestro giocata. Questo pomeriggio, al PalaTodisco di Cisternino, le ioniche (A1 di basket) giocano la prima amichevole stagionale. L'ultima partita il 10 maggio scorso a Venezia in gara-4 della finale scudetto che valse il tricolore
E il Cras Taranto ritrova le emozioni di una partita
di ANGELO LORETO

TARANTO - Dopo settimane di lavoro atletico con corse in pineta ed esercizi in palestra, dopo sedute tecniche e studio di schemi in campo, adesso è la volta di un primo vero assaggio di pallacanestro giocata. Questo pomeriggio alle 17.30, al PalaTodisco di Cisternino, il Cras Taranto gioca la sua prima amichevole stagionale. La squadra campione d'Italia in carica torna ad annusare l'aria di partita dal 10 maggio scorso, quando a Venezia, in gara-4 della finale scudetto, conquistò il secondo tricolore della propria storia.

Oggi pomeriggio ad affrontare il quintetto di Roberto Ricchini ci sarà il Rende, formazione che punta a disputare un ambizioso torneo di serie A2. Il coach piemontese però lo ammette con tranquillità: «Non mi aspetto nulla dalla gara in sé, sebbene giocare sia importante perché permette di riprendere confidenza con la parola partita». Nonostante sarà ovvio non guardare al punteggio e non basarsi troppo sul risultato finale, l'avversario è di un livello tale da permettere al Cras di avere prime significative indicazioni, quantomeno sullo stato fisico. La Calabria Maceri Rende, dopo aver salvato nella passata stagione ai playout la sua settima A2 consecutiva, ha rivoluzionato la squadra nel mercato, affidandola al tecnico napoletano Massimo Romano. Uniche conferme sono state le esterne Granieri e Strano, mentre è da registrare il ritorno della veterana Castagna. «Puntiamo alla promozione in A1 - rende noto in club - e giocare con il Taranto campione d'Italia è per noi motivo di orgoglio ed ulteriore segno di collaborazione tra le due società».

Il Cras da parte sua scenderà in campo con nove giocatrici della squadra che affronterà il prossimo torneo di A1, di cui solamente sei senior. Condizioni buone per il play-guardia Wambe, la guardia Siccardi, la guardia Montagnino ed il centro David. Da tenere sotto controllo la schiena operata della "lunga" Prado e da valutare la contrattura di Godin, ferma da due giorni. Indisponibile il play Zimerle: giunta nel ritiro brindisino in una condizione fisica insufficiente, la giocatrice necessita di una lavoro differenziato per il pieno recupero. Lavora a parte anche Gianolla, impegnata nella fase di recupero al ginocchio operato. Il resto del gruppo sarà completato dalle tre giovani Dimonte, D'Onofrio ed Oliva. Assenti ed attese nei prossimi giorni a Taranto le tre americane: la guardia Greco, l'ala Mahoney ed il pivot Brunson. «Siamo incompleti, ma stiamo lavorando alacremente in vista dei primi impegni della nuova stagione - sottolinea Ricchini -. Il test col Rende è il primo passo che offrirà alcune indicazioni. Successivamente passeremo ad una fase di potenziamento atletico, da alternare con il lavoro tecnico e tattico. Il Cras è ancora un cantiere aperto, visto che lavoriamo da appena una decina di giorni».

LE FORMAZIONI - Cras Taranto: Wambe, Montagnino, Siccardi, Oliva, Dimonte, D'Onofrio, Godin, David, Prado. All. Ricchini. Calabra Maceri Rende: Monaco, Di Battista, Granieri, Catanese, Nicolini, Manzini, Strano, Castagna, D´Arenzo, Torre. All. Romano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione