Cerca

Tennis, Pennetta perde con onore

Se le può essere di vaga consolazione, la tennista brindisina Flavia Pennetta ha perso ricevendo a New York applausi sinceri, compresi quelli di Nicole Kidman, in tribuna col marito Keith Urban. Ma sempre di sconfitta si tratta, per quanto dignitosa. Il 6-4, 6-3 subito contro Serena Williams negli ottavi degli Usa Open di Flushing Meadows parla da solo
• Flavia: «Ho dato tutto»
Tennis, Pennetta perde con onore
WASHINGTON - Se le può essere di vaga consolazione, Flavia Pennetta ha perso ricevendo a New York applausi sinceri, compresi quelli di Nicole Kidman, in tribuna col marito Keith Urban. Ma sempre di sconfitta si tratta, per quanto dignitosa. Il 6-4, 6-3 subito contro Serena Williams negli ottavi degli Usa Open di Flushing Meadows parla da solo. 

Ad una giocatrice come la Williams, grande favorita dell’edizione di quest’anno dopo l’eliminazione della russa Dinara Safina, è bastato affidarsi al servizio per trovare la chiave del match. Ben sette da parte dell’americana i servizi vincenti, un’arma che – per quanto attesa – Flavia Pennetta ha subito dal primo all’ultimo gioco. Se poi, in aggiunta, si regalano a un’avversaria come la Williams ben cinque doppi falli, ecco che il risultato finale non può essere diverso. Flavia Pennetta ha giocato al meglio delle sue capacità gli scambi prolungati. Lì è stata davvero alla pari dell’americana, rispondendo colpo su colpo alle bordate della Williams, e riuscendo addirittura in un’occasione a raggiungere il break point. Ma senza trasformarlo. 

Il resto è stato, per lei, tennis di contenimento: troppo potente, aggressivo e a modo suo perfetto quello di Serena Williams. Perdere contro una come lei non è un disonore e Flavia Pennetta è comunque soddisfatta di essere arrivata tra le prime otto degli Usa Open 2009. Ma se Flavia Pennetta vuole continuare a crescere deve “migliorare il servizio”, come lei stessa ha ammesso. 

Grossi errori nella partita contro la Williams non ne ha commessi. Ma per vincere a questi livelli ci vuole qualcosa in più. Quel qualcosa in più che ha dimostrato di avere la belga Kim Clijsters, che si è sbarazzata per 6-2, 6-4 della cinese Li e ora incontrerà in semifinale proprio Serena Williams. Tornata al tennis dopo due anni di assenza, per un grave lutto (ha perso il padre) e una maternità felice, Kim Clijsters è la vera rivelazione del torneo, insieme alla giocane americana Melanie Oudin. 

Rispetto a Serena Williams, poi, ha un vantaggio enorme: non ha niente da perdere, mentre la Williams "vuole" gli Usa Open con tutta se stessa. La Clijsters, partita con una wild card, la aspetta in semifinale per divertirsi un pò.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400