Cerca

Giovedì 19 Ottobre 2017 | 20:16

Gallipoli già a suo agio è questa la strada giusta

Ha il viso disteso, come il clima che si respira dopo il pareggio di Grosseto. Il tecnico Giannini si gode il secondo risultato utile nella serie B di calcio: «A Grosseto abbiamo sfiorato il terzo gol e in difesa sofferto meno rispetto alle ultime volte. Stiamo crescendo. Ma andrei piano con gli elogi. Finora abbiamo fatto un lavoro discreto, ma abbiamo ampi margini di miglioramento. Pretendo di più dai più esperti»
Gallipoli già a suo agio è questa la strada giusta
SAN DONATO - Ha il viso disteso, come il clima che si respira nello spogliatoio gallipolino dopo il pareggio di Grosseto. Beppe Giannini si gode il secondo risultato utile in campionato. Nonostante l'arrabbiatura per il rigore fischiato per un fallo inesistente di Sosa su Jeolson, il tecnico degli jonici è soddisfatto: «Abbiamo sfiorato il terzo gol e in difesa sofferto meno rispetto alle ultime volte. Stiamo crescendo». Da un anno e mezzo gli tocca equilibrare i toni dell'ambiente gallipolino: «Ci andrei piano con gli elogi. Finora abbiamo fatto un lavoro discreto, ma abbiamo ampi margini di miglioramento. Sono molto soddisfatto, ma pretendo qualcosa in più da calciatori anziani ed esperti».

In Toscana Giannini ha sorpreso tutti, schierando il 4-3-1-2: «Se gli esterni non sono in condizione, è difficile attuare il 3-5-2. Forse l'unico rischio era Mounard, che non è un interno di centrocampo puro, ma è andata bene. È una soluzione sulla quale insistere. Moro? Da interno può fare molto meglio, ma va compreso: ha la tallonite che gli dà fastidio».

Nel frattempo Beppe si gode un giovane che viene su alla maniera antica. Ieri Aliberto Cota appena arrivato al Delta ha scaricato l'acqua: «Questo è l'atteggiamento giusto, soprattutto per un giovane», lo benedice il «Principe».

Alla ripresa degli allenamenti, Giannini ha diviso il gruppo. Chi ha giocato ha svolto un lavoro defatigante. Esercitazioni con il pallone, cambi di direzione e corsa a intermittenza per il resto della squadra. Hanno lavorato a parte: D'Aversa, che ieri si è presentato ai nuovi compagni e si è intrattenuto in un breve colloquio sul campo con il tecnico, Smit e Pallante. Erano assenti: Sciarrone, Ginestra, Grandoni (tutti e tre in permesso), Maritato (con l'Under 20) e Pianu (nfluenzato). Di Carmine si è fermato: aGrosseto ha rimediato una botta al piede sinistro.

Stefano Lopetrone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione