Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 00:01

Monopoli sbanca Isola Liri ed è secondo in classifica

I pugliesi hanno mostrato movimenti offensivi e cinismo da grande squadra, meritando nel complesso la vittoria e il piazzamento in Seconda Divisione di calcio. La compagine di casa, però, ha avuto, per larghi tratti della ripresa, il controllo del gioco, producendo diverse azioni, ma senza riuscire a riequilibrare la partita. Il 3-1 finale, comunque, non lascia spazio a dubbi
• Un Brindisi sciupone
• Melfi, quanti errori
• Manfredonia, che rabbia!
• Il Barletta travolto
• Noicattaro, terzo ko
Monopoli sbanca Isola Liri ed è secondo in classifica
ISOLA LIRI-MONOPOLI 1-3

ISOLA LIRI Fiorini 6; Sperati 6, Paolacci 6,5, Matrisciano 5,5, La Rocca 5,5; Mallardi 6 (21' st Carboni 5), D'Alessandro 5,5, Raffaello 5,5, La Cava 5 (8' st Gennari ng); Bianchini 6,5, Cirelli 5,5 (10' st Simonetta 5). A disp. Mangiapelo, Lagnese, Falco, Mucciarelli. All. Grossi.
MONOPOLI Corno 7; Vincenti 6, Ciminà 6, Caccavale 6,5, Imburgia 6; Cortesi 6, Lanzillotta 6, Bonfardino 6,5 (29' st Lanzolla ng); Lacarra 7,5 (40' st Volpe ng), Balistreri 6,5 (35' st Tranchina ng), Lisi 7. A disp. Vurchio, Costantino, Corsi, Loseto. All. Pellegrini.
ARBITRO Zeoli di Napoli.
RETI pt 11' Bianchini, 13' Caccavale, 43' Lacarra; st 38' Lacarra (M).
NOTE giornata soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti Mallardi, Carboni e Ciminà. Spettatori 500 circa. Calci d’angolo 5-4 per il Monopoli. Recupero: pt 3'; st 4'.

ISOLA LIRI - Altra amara sconfitta per l’Isola Liri, sfortunata ed inconcludente contro il Monopoli. I pugliesi hanno mostrato movimenti offensivi e cinismo da grande squadra, meritando nel complesso la vittoria. La compagine allenata da Sandro Grossi, però, ha avuto, per larghi tratti della ripresa, il controllo del gioco, producendo diverse azioni, ma senza riuscire a riequilibrare la partita, per la cattiva sorte e per la mancanza di concretezza.

La partita si sblocca all’11' del primo tempo, quando Bianchini devia in rete, di destro, un angolo battuto da Raffaello. Due minuti più tardi, sempre su tiro dalla bandierina, arriva il fulmineo pareggio ospite, con Caccavale, che insacca di testa in mischia. Il Monopoli si galvanizza e gioca un buon primo tempo, sfiorando il gol in tre occasioni in particolare. Al 18' Lisi entra in area e conclude, ma Fiorini è bravo a distendersi e a parare. Al 23' e al 32', poi, ci prova anche il capitano ospite Bonfardino: nella prima occasione sfiora il palo con un insidiosissimo tiro-cross e successivamente lambisce la traversa con un tentativo dalla distanza.

Nel finale di tempo i pugliesi mettono la freccia, approfittando di una disattenzione biancorossa: sul cross basso di Balistreri, non intercettato dalla retroguardia avversaria, arriva Lacarra sul secondo palo, che realizza al 43'. Nella ripresa la formazione Laziale vive il suo momento più esaltante ed il pareggio sembra nell’aria. Al 14' l’Isola Liri si distende alla perfezione: Mallardi vede l’inserimento di Sperati servendolo sulla fascia, il terzino colpisce la sfera al volo indirizzandola verso il centro dell’area di rigore, dove Bianchini, appostato alla perfezione colpisce la parte esterna del palo con il destro. Due minuti più tardi Mallardi libera Simonetta, ma conclude malissimo di destro, nonostante si trovasse in buona posizione. Al 21' c'è anche uno spunto ospite, con Lisi che gonfia la rete esterna con un destro rasoterra dal limite dell’area.

Nell’arco di un minuto, poi, si rende grande protagonista Corno. Al 26' è agilissimo nel deviare in angolo un gran sinistro di La Rocca, indirizzato all’incrocio, e al 27' dimostra una eccelsa reattività nel parare anche un ravvicinato colpo di testa di Paolacci. L’Isola Liri non segna e sbaglia in difesa. Una grandissima ingenuità in fase di impostazione del gioco permette al Lacarra di recuperare la sfera e di involarsi indisturbato verso la porta avversaria, per siglare la propria doppietta personale.

Al gol improvviso del Monopoli, il pubblico di casa reagisce abbandonando gli spalti, deluso e sempre più scettico nei confronti di dirigenza e allenatore. C’è aria di tempesta per la squadra di casa ancora sconfitta.

Leonardo Villa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione