Cerca

Barton: non sono famoso ma compro l'A.S. Bari da solo

«Nella mia città ci sono sei milioni di cittadini, e di sicuro non sono famoso come il sindaco di Dallas». Con una battuta Tim Barton, l'imprenditore americano che sta acquistando il Bari calcio, ha replicato in conferenza stampa a Bari alle perplessità sulla solidità economica della sua holding immobiliarista
Barton: non sono famoso ma compro l'A.S. Bari da solo
BARI – «Nella mia città ci sono sei milioni di cittadini, e di sicuro non sono famoso come il sindaco di Dallas». Con una battuta Tim Barton, l’imprenditore americano che sta acquistando il Bari calcio, ha replicato in conferenza stampa a Bari alle perplessità sulla solidità economica della holding immobiliarista che guida. 

«Sono a capo di società che si occupano di economia immobiliare e di costruire resort di lusso – ha puntualizzato – e i nostri bilanci non sono pubblici. E poi ci sono tante aziende che hanno come nome Jmj...». 

Sembra talmente sereno, Tim Barton, da lasciarsi andare perfino ad una battuta: «Chiederò i diritti alla Tim, per la pubblicità gratuita che sta ricevendo grazie al mio nome». Ha ancora negli occhi le immagini festose ed il calore ricevuto dai tifosi baresi, il magnate americano intenzionato a rilevare il Bari dalla famiglia Matarrese. Stamane, in una conferenza stampa, Barton ha chiarito svariati punti della trattativa. Uno su tutti: «Per quanto riguarda l’acquisto della società calcistica, non ho altri soci. Ci sono soltanto io». 

«Sono contento che alcuni amici con i quali lavoro – ha aggiunto - siano già venuti a Bari (si riferisce all’industriale Pierangelo Dorini ed al numero uno della Hyundai Corporate, ieri al San Nicola in sua compagnia, ndr), e ne verranno altri. Ma il loro coinvolgimento economico riguarda solo il progetto legato all’energia rinnovabile, di cui abbiamo parlato anche l’altra sera a cena con il sindaco di Bari, Michele Emiliano. A lui piace molto l'idea che i cittadini baresi possano avere l’energia in regalo. Del resto il nostro rapporto con il Comune di Bari è nato prima (nello scorso marzo) dell’idea – calcio. La squadra, tuttavia, è il volano ideale per pubblicizzare in grande stile il nostro progetto». 

Prima di prendere il volo per la Germania, Tim Barton precisa: «Stiamo completando la «due diligence» (analisi della documentazione relativa al Bari – calcio). Finora non ci sono stati intoppi, facile che termini entro la prossima settimana. Stando così le cose, la trattativa con il Bari potrebbe essere chiusa anche prima del 31 ottobre. Anzi è nostro desiderio chiudere il discorso prima possibile». 

Ad aggiungere i puntini sulle "i", ci pensa Alessio Mora, il suo advisor: «La cifra di acquisizione è di 25 milioni di euro. Ma ci accolleremo anche quel che c'è a bilancio (le passività pregresse, ndr). Se poi ci fosse qualche scompenso sorprendente… ne parleremmo con i Matarrese. Il rapporto fra noi è ottimale. In quanto alla caparra, verseremo un milione di euro, alla chiusura della «due diligence» ed altri tre milioni, al momento delle firme. Speriamo prima del termine ultimo fissato, il 31 ottobre».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400