Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 18:39

Stagione difficile per  Challenge lucano

Dopo la quinta di nove prove del Challenge «10° Trofeo Fiat Lancia Ranieri - 7° Targa Eudi Motor Yamaha», il presidente del Basilicata Motosport, Carmine Capezzera, traccia un bilancio di metà percorso. «La crisi si avverte sulla percentuale dei partecipanti - spiega Capezzera - calata quasi del 50 per cento. Quest'anno si è oscillato fra le 40 e le 68 vetture. Nei due-tre anni precedenti si andava dalle 60 alle 95, registrate nelle gare di Picerno e Sicignano, le più sentite dai piloti»
Stagione difficile per  Challenge lucano
POTENZA - Slalom e crisi. Slalom e lucani. Slalom e protagonisti. Dopo la quinta di nove prove del Challenge «10° Trofeo Fiat Lancia Ranieri - 7° Targa Eudi Motor Yamaha», il presidente del Basilicata Motosport, Carmine Capezzera, traccia un bilancio di metà percorso. La scuderia organizzatrice dell'evento, che il 29 e 30 agosto affiancherà l'Aci Matera nella gara di Montescaglioso, valida per il campionato italiano, sta facendo i conti soprattutto con le «vacche magre». «La crisi si avverte sulla percentuale dei partecipanti - spiega Capezzera - calata quasi del 50 per cento. Quest'anno si è oscillato fra le 40 e le 68 vetture. Nei due-tre anni precedenti si andava dalle 60 alle 95, registrate nelle gare di Picerno e Sicignano, le più sentite dai piloti. Ci consoliamo pensando che un mese fa, mentre a Laurenzana c'erano 60 macchine, nella prove del campionato italiano a Campobasso si sono fermati a 39 unità». Mal comune, mezzo gaudio insomma. Sperando in un domani più florido. 

La lotta al titolo nel Challenge è quanto mai aperta. Sinora si sono alternati in testa Giuseppe Eldino (Renault 5 Gt Turbo), Giancarlo Vuolo (Peugeot 205 Gti) e i lucani Saverio Miglionico (Fiat 127 Gruppo Speciale), pignolese attualmente in vetta, e Michele Rosa (Peugeot 205 Gti), suo concittadino, protagonista di un cappottamento nella prova di Sicignano, durante le prove ufficiali, fortunatamente senza conseguenze. Nella top ten anche i campani Andrea Cuomo e suo figlio Giovanni, il primo su sport prototipo, il secondo su prototipo Golf Suzuki. Altro serio pretendente al titolo Giovanni Palomba, napoletano, con il suo sport prototipo Bogani Suzuki. Primo a Sicignano nella classe N-1600, sta facendo buone cose il ruotese Angelo Faraone. E A Montescaglioso, nella gara di casa, ci proveranno Domenico Salluce su Peugeot 205 Rally e Salvatore Liuzzi su Renault Clio. Sui tornanti e le terrazze naturali del centro del Materano è atteso anche un pubblico più numeroso di quello accorso mediamente sinora. Chissà che l'entusiasmo degli appassionati - unito alla vicinanza degli enti, auspicata da Capezzera - non sia un buon traino per uscire dalla crisi. [an.pal.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione