Cerca

Enel Brindisi, team da sogno sarà padrone del campionato?

Come un anno fa, il palco è quello del palaElio, ma è la squadra ad essere completamente diversa. Quello dell'anno scorso era un team allestito con tanta riconoscenza nei confronti di chi aveva portato Brindisi in LegaDue di basket maschile con stranieri che avevano accettato la destinazione dietro compensi più che sontuosi; questa è una squadra molto fisica che «minaccia» di far vedere le streghe a tutti
Enel Brindisi, team da sogno sarà padrone del campionato?
BRINDISI - Cambio il prodotto, non lo scenario. Come un anno fa, il palco è quello del palaElio, ma è l’Enel Basket Brindisi ad essere completamente diversa. Quello era un team allestito con tanta riconoscenza nei confronti di chi aveva portato Brindisi in LegaDue con stranieri che avevano accettato la destinazione dietro compensi più che sontuosi; questa è una squadra molto fisica ed altrettanto alta, che «minaccia» di far vedere le streghe a tutti.

Se le premesse saranno mantenute, entrare nel lotto delle prime quattro potrebbe costituire l’obiettivo minimo. Spetta a coach Giovanni Perdichizzi far sì che i giocatori che ha scelto con molta cura formino in un lasso di tempo più corto possibile una «squadra vera», compatta, decisa ad imporsi con i giochi che lo «sceriffo» ha mentalmente disegnato e poi riportato sul personal computer, compagno di ogni momento libero, durante le notti siciliane.

Ieri pomeriggio, al palaElio, dove la squadra si è ritrovata dopo aver effettuato ieri mattina le visite mediche, c’erano tutti. Anche Riccardo Malagoli, giunto in macchina nel tardo pomeriggio. Ma anche il probabile «decimo» giocatore che dovrebbe completare il roster: Riccardo Coviello (‘88, guardia ex Barcellona Pozzo di Gotto). Infine, un undicesimo: Filippo Montanari, guardia, pesarese, che ha chiesto (ed ottenuto) all’Enel Basket di potersi allenare.

Dieci facce nuove, quindi; una soltanto quella di una vecchia conoscenza: Michele Cardinali, a cui potrebbero essere consegnati i «gradi» di capitano, già impeccabile nel ruolo di padrone di casa.

Scambi di battute con Nikola Radulovic, Luca Infante, Giuliano Maresca (avrà il n. 9) e Mauro Pinton (8). Contenti della loro nuova destinazione. Con l’ex avellinese (Radulovic, sarà il nuovo n. 5) sembrato molto interessato al clima invernale che si registra a Brindisi, atteso che a lui è rimasto un po’ indigesto il freddo di Avellino. Sorriso contagioso quello del nocerino Luca Infante (10), da tutti definito un vero guerriero in campo, ma anche un grande amico con i compagni d’avventura, dentro e fuori dallo spogliatoio.

Crispin (forse avrà il n. 7), Thomas (avrà il n. 33) e Bryan (19) hanno lasciato intendere d’essere ben disposti a fraternizzare. Dopo la prima riunione con lo staff tecnico, partenza per Cisternino. In bocca al lupo, Enel Basket Brindisi!

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400