Cerca

La Pennetta perde contro la Safina ma è già leggenda

La brindisina, che ieri aveva assaporato la gioia di entrare nelle top ten del tennis mondiale, nelle semifinali del torneo di Cincinnati, in Ohio, è stata sconfitta per 6-2, 6-0 dalla numero 1 al mondo russa Dinara Safina. Ieri, nei quarti di finale del torneo di Cincinnati, aveva battuto per 6-3, 6-3 la slovacca Daniela Hantuchova
La Pennetta perde contro la Safina ma è già leggenda
Flavia Pennetta, che ieri aveva assaporato la gioia di entrare nelle top ten del tennis mondiale, nelle semifinali del torneo di Cincinnati, in Ohio, è stata sconfitta per 6-2, 6-0 dalla numero 1 al mondo russa Dinara Safina. Ieri, nei quarti di finale del torneo di Cincinnati, aveva battuto per 6-3, 6-3 la slovacca Daniela Hantuchova.

Non basta far parte delle prime dieci tenniste al mondo per vincere: Flavia Pennetta, che al torneo di Cincinnati, in Ohio, battendo nei quarti di finale la slovacca Daniela Hantuchova aveva assaporato ieri la gioia di entrare tra le top ten, oggi con Dinara Safina ha provato cosa significa giocare contro la numero 1 al mondo: 6-2, 6-0 e a casa. La semifinale di Cincinnati è stata un match senza storia, che la russa ha dominato senza sforzo fin dai primi scambi. Irriconoscibile la Pennetta rispetto ai match giocati in precedenza, in particolare rispetto a quello giocato contro Venus Williams negli ottavi. 

La brindisina è stata costantemente costretta in difesa, senza riuscire mai a condurre un solo scambio. Troppo forte Dinara Safina per lei, e non a caso contro la russa la brindisina non ha mai vinto in carriera. Flavia Pennetta è ora attesa da un torneo in Canada, in vista dei prossimi Open degli Stati Uniti, che cominceranno a New York il prossimo 31 agosto. Dinara Safina giocherà in finale contro la serba Jelena Jankovic o contro la connazionale Elena Dementieva.

LA CRONACA DELLA PARTITA CONTRO LA HANTUCHOVA
di ANTONELLO RAIMONDO
BARI - Flavia Pennetta è nella storia del tennis italiano. La brindisina batte la slovacca Hantuchova (6-3, 6-3) in un’ora e 17 minuti ed entra nella «top ten» del tennis mondiale. Mai, finora, un’impresa di questa portata era riuscita a un’atleta italiana. Flavia vola in semifinale (oggi incontrerà la Safina, che finora, nei sei precedenti, l’ha sempre battuta) ma, quel che più conta, da ieri notte è ufficialmente nell’elite internazionale. 

Flavia comincia bene. Concentrata, aggressiva al punto giusto. Appena può mette i piedi dentro in campo e lascia andare il suo tennis di pressione, trovando i soliti, incredibili angoli. La Hantuchova ci mette corsa e sacrificio tattico, ma il tennis della Pennetta ha anche il dono della profondità. Subito un break di vantaggio, difeso senza affanni anche grazie a un servizio che si conferma finalmente affidabile. Quando mette in campo la prima Flavia gioca in scioltezza. Diritti stretti, rovesci spazzolati in lungolinea: con la risaputa maestria nell’impattare la pallina con il giusto timing. 

La Hantuchova non è una campionessa ma con la racchetta ci sa fare. Nel secondo set, parte bene, togliendo subito la battuta a una Pennetta che, forse, allenta inconsciamente la tensione. Due a zero sotto, ma Flavia si riorganizza subito. Lotta e vince il terzo, delicatissimo game. Poi torna la guerriera di sempre e si va a riprendere, con il piglio della grande, il break lasciato in avvio alla rinfrancata avversaria. Due a due, anzi 3-2, dopo un turno di battuta giocato senza esitazioni. 

È il momento giusto per allungare e per mettere le mani sulla partita. La Hantuchova va sotto 0-30, poi però sbaglia un diritto comodo comodo lasciando a Flavia l’invitantissima palla break. Ancora un errore, non provocato. Pennetta in fuga: 4-2. Ma sfida ancora aperta. La brindisina perde il primo quindici del proprio turno si servizio. 

Due errori... non da lei ridanno slancio alla Hantuchova (3-4). Fuochi di paglia. Flavia c’è. Flavia soffre ancora nell’ultimo game (sei match ball annullati dalla slovacca), ma alla fine va in... paradiso.
ANTONELLO RAIMONDO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400