Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 05:06

Molfetta, parola di capitan Maggi «Il gruppo alla base del successo»

Mancano solo pochi giorni all’avvio della preparazione atletica per la Virtus (serie A Dilettanti di basket maschile). «Sono contento di ritrovare Sergio Carolillo alla guida della squadra e, naturalmente, il nucleo della scorsa stagione. A mio avviso, questo è un segno del progetto che ha la società per cercare di migliorarsi costantemente»
Molfetta, parola di capitan Maggi «Il gruppo alla base del successo»
MOLFETTA - Mancano solo pochi giorni all’avvio della preparazione atletica per la Virtus Molfetta (serie A Dilettanti di basket maschile). La squadra punta a regalare soddisfazioni con un roster all’altezza delle difficoltà che il campionato di alta categoria può riservare e cerca di impiantare nell’esperienza i pilastri dei successi futuri.

È questa la teoria di Andrea Maggi, capitano della Virtus, che non si espone, rimane guardingo, come sempre aspettando la pallacanestro giocata prima di fare bilanci infondati. Parla con la voce dell’esperienza accumulata in diversi anni a Molfetta e con la lungimiranza di chi sa che ogni stagione fa storia a sé.

Maggi parla del gruppo che avrà l’onore e l’onere di guidare esprimendo la sua soddisfazione per la conferma, da parte della società degli uomini fondamentali nella scorsa stagione. «Sono contento di ritrovare Sergio Carolillo alla guida della squadra e, naturalmente, il nucleo della scorsa stagione – afferma Maggi - A mio avviso, questo è un segno del progetto che ha la società per cercare di migliorarsi costantemente, cosa tutt’altro che facile da attuare in questi tempi, e lo dimostra la crisi che colpisce molte società in ogni categoria. Personalmente non conosco tutti i nuovi compagni ma non ho dubbi che riescano ad inserirsi presto e facilmente in un ottimo gruppo e una società seria e disponibile».

Il capitano non si sbilancia, però, sulle potenzialità della squadra, guardingo come sempre: «Difficile affermare attualmente dove può arrivare questa squadra e cosa il gruppo con cui ci accingiamo a partecipare al campionato riuscirà a fare di buono. Spero di avere dalla nostra l'esperienza che ci è mancata nella scorsa stagione e di contare su un gruppo già affiatato che non sarà costretto ad incontrare le difficoltà avute all'inizio del campionato passato».

In ultimo Maggi dedica una particolare menzione ai suoi ex compagni, che hanno contribuito, nella passata stagione, nonostante le molteplici difficoltà in cui la squadra è incorsa, a centrare l’obiettivo permanenza: «Tengo a ringraziare i compagni della scorsa stagione, con i quali abbiamo raggiunto una meritata salvezza nonostante un'annata non semplice,che ora giocano x altre società, ma che restano comunque persone eccezionali e ottimi amici».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione