Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 23:08

Gallipoli ai friulani finita la telenovela

Daniele D’Odorico, titolare del «D’Odorico Group», ha acquistato il club di calcio (serie B). Barba, il presidente che ha portato la squadra giallorossa dall’Eccellenza ai cadetti, ha ceduto il 100% della società. L’operazione sarebbe stata conclusa per una cifra di poco superiore ai tre milioni di euro. Il gruppo acquirente avrebbe garantito investimenti per la stagione. Potrebbe tornare Giannini
Gallipoli ai friulani finita la telenovela
di Antonio Calò

GALLIPOLI - Daniele D’Odorico, titolare del «D’Odorico Group», ha acquistato il Gallipoli. Vincenzo Barba, il presidente che ha portato il club giallorosso dall’Eccellenza alla serie B, ha ceduto il 100% della società ed è uscito di scena.

L’operazione sarebbe stata conclusa per una cifra di poco superiore ai tre milioni di euro ed il gruppo acquirente avrebbe garantito l’investimento di un budget adeguato per la pianificazione della stagione che, compresi gli introiti di Lega, si aggirerebbe intorno ai cinque-sei milioni di euro.

«Noi friulani siamo gente concreta - dice Daniele D’Odorico - mi è bastato incontrare Barba due volte per concludere positivamente l’operazione. Quando abbiamo firmato l’intesa, l’ex patron mi ha fatto un po’ tenerezza, in quanto era visibilmente emozionato. Inoltre, era molto amareggiato per la contestazione che ha subito nei giorni scorsi ad opera dei tifosi».

«Io sarò il presidente del club - aggiunge D’Odorico - Vittorio Fioretti si occuperà di tutto quello che riguarda l’area tecnica. A guidare la squadra sarà al 99% Giuseppe Giannini, con il suo staff. Con il trainer va limato qualche dettaglio economico, in quanto anche nel calcio spira il vento della crisi che si avverte in tutto il mondo».

Il nuovo proprietario del Gallipoli garantisce di avere programmi di primo piano. «Partiamo da zero, in quanto in «rosa» abbiamo solo gli attaccanti Ciro Ginestra, Francesco Di Gennaro e David Munard, il cui transfer è passato a noi nell’ambito dell’operazione di acquisizione del sodalizio - sostiene D’Odorico - La restante parte dell’organico va allestita a tempo di record ed in quest’ottica abbiamo già dei contatti con 14-15 atleti, uruguaiani, brasiliani ed italiani, giovani ma dalle indubbie prospettive, che contiamo di tesserare presto. Il ritiro verrà fissato nei pressi di Ascoli (probabilmente a Sarnano ndr)».

«La mia idea è quella di seguire il modello dell’Udinese, ai cui dirigenti sono legato da grande stima - prosegue D’Odorico - Se tutto andrà nella giusta direzione, conto di portare il Gallipoli a lottare per il salto in A nel giro di un triennio».

Il neo presidente si attende il sostegno dei tifosi ed intende dialogare con l’amministrazione comunale per sciogliere il nodo-stadio. «Dai supporter mi aspetto che siano sempre vicini alla squadra e che sottoscrivano tanti abbonamenti - sottolinea - Per quanto riguarda lo stadio, ho qualche progetto ma va vagliato con chi governa la città».

Circa il mercato, si fanno i nomi dei portieri Jan Koprivec (Udinese) e Carlo Sciarrone (a Gallipoli nel 2008/2009), del difensore Luigi Panarelli (Sorrento), dei centrocampisti Daniele Amerini, Carmine Coppola (svincolati), Manuel Mancini (Siena), Roberto De Zerbi (Avellino, ex Napoli) e Nicola Amodio (Napoli), degli attaccanti Jonathan Spinesi (ex Bari) e Daniele Degano (svincolato). Non tutti questi atleti, però, rispondono all’identikit tracciato da D’Odorico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione