Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 13:54

I pugili salgono sul ring per la «Magna Grecia»

L’associazione dilettantistica Quero-Chiloiro trova in Elio Dalto un nuovo «alleato» per promuovere l’arte dei guantoni. Primo frutto della sinergia verrà alla luce domani sera. Dalle 20,30 si terrà in piazza della Vittoria il «Primo torneo Magna Grecia Olimpia», che farà salire sul ring venti pugili, che daranno vita alla sfida interregionale dilettantistica Puglia-Campania. In palio punti per i prossimi assoluti italiani
I pugili salgono sul ring per la «Magna Grecia»
di ALESSANDRO SALVATORE

TARANTO - Sulle orme dei pugili della Magna Grecia. L’associazione dilettantistica Quero-Chiloiro trova in Elio Dalto un nuovo «alleato» per promuovere l’arte dei guantoni. Primo frutto della sinergia verrà alla luce domani sera. Dalle 20,30 si terrà in piazza della Vittoria a Taranto, il «Primo torneo Magna Grecia Olimpia», che farà salire sul ring venti pugili, che daranno vita alla sfida interregionale dilettantistica Puglia-Campania. In palio punti per i prossimi assoluti italiani.

IL MATCH SPETTACOLARE - L’evento della boxe è stato presentato ieri in conferenza stampa presso la palestra della «Quero-Chiloiro», che da trentanove anni sforna talenti, «nonostante le difficoltà che affrontiamo quotidianamente, senza poter contare su un valido supporto da parte di Coni e Federboxe». Il grido d’allarme è quello di Vincenzo Quero, il maestro per eccellenza della boxe jonica. Il campione italiano del 1975 guida da stakanovista la sua palestra di via Emilia, punto di riferimento di diversi ragazzi «che apprendono uno sport sano, per il quale si fanno tanti sacrifici».

Accanto a Quero, c’è il figlio maggiore Cataldo nella veste di responsabile organizzativo del «Primo Trofeo Magna Grecia Olimpia». L’ex pugile dilettante tricolore evidenzia «lo sforzo per allestire un cartellone prestigioso, avvenuto grazie anche alla collaborazione dei dirigenti della nostra società Francesco Carducci e Vito Mastroleo». Questi i pugili tarantini che scenderanno in piazza: Cosimo Quero (81 kg), Salvatore Locorotondo (60 kg), Danilo Paracolli (60 kg) e lo junior Cosimo Ciaccia (64 kg) della Quero-Chiloiro; gli school boys Antonio Rizzelli (56 kg) e Valerio Nocera (59 kg) della Pugilistica Taranto; il senior di terza serie Giuseppe Marino (64 kg) della «Merico» Pulsano. Gli altri atleti pugliesi saranno il cadetto Gianfranco Corvino (63 kg), della Boxe Francavillese, il prima serie Luca Capuano (75 kg) della «Rodio« Brindisi e lo junior Michele De Filippo (60 kg) della Pugilistica «Panettieri» Matera.
LA MAGNA GRECIA- L’evento della boxe sarà anche promozionale per i primi «Giochi della Magna Grecia Olimpica», che si terranno a Taranto dall’1 al 7 maggio del 2010. Ad organizzarli la Asd di Elio Dalto, che in conferenza stampa spiega «il valore pubblicitario della manifestazione che si terrà tra un anno nella nostra regione. Le province di Taranto, Brindisi, Foggia e Bari accoglieranno atleti della nazionali d’Italia, Francia, Grecia, Cipro e Turchia. Metteremo in campo la bellezza di sedici discipline». Dal taekwondo che sarà «sponsorizzato» dall’argento olimpico Mauro Sarmiento sino alla boxe, che a Taranto conta su quattro società, complice la neonata Pugilistica San Giorgio, fondata dall’ex professionista (due volte vicino al titolo italiano di piuma e supergallo) Francesco D’Arcangelo, ora diventato allenatore. «Sinora lavoro con una decina di atleti, un numero buono considerata l’arte povera della boxe e le piccole dimensioni di un paese come San Giorgio. Se un mio allievo un giorno vendicherà il mio mancato titolo italiano? Lo spero. Ma per arrivare al duello nazionale, dovrà mangiare pane duro».

LO SFONDO BENEFICO Durante il «Primo trofeo Magna Grecia», l’associazione «Il senso della vita» raccoglierà fondi a favore di Alessio Greco, un giovane tarantino vittima di un incidente stradale ed ora bisognoso di una cura costosa di ossigenoterapia da effettuare negli Usa. È questa la sfida principale da vincere, senza guantoni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione