Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 20:20

Tiro a volo, Orlando in Slovenia affronta il Mondiale nello skeet

La diciassettenne, tesserata con il club di Ferrandina, sarà impegnata nella competizione iridata in programma a Maribor da sabato a lunedì 17. La tiratrice di Montalbano Jonico vi arriva con in valigia il suo ultimo successo. Si è nuovamente laureata campionessa italiana juniores. «Per me riconfermarmi è stato un motivo di grande soddisfazione ed è chiaro che sono molto molto contenta del risultato ottenuto»
Tiro a volo, Orlando in Slovenia affronta il Mondiale nello skeet
di ENZO FONTANAROSA

MATERA - È in partenza verso nuovi, importanti traguardi. Virginia Orlando, la diciassettenne promessa del tiro a volo nazionale, questa volta sarà impegnata nella competizione iridata in programma a Maribor, in Slovenia, da sabato prossimo a lunedì 17. Ai Campionati del Mondo, però, la tiratrice di Montalbano Jonico arriva con in valigia il suo ultimo successo, che dovrebbe portarle fortuna in questa competizione, ulteriore tappa di una carriera in continua ascesa.

Virginia, infatti, si è nuovamente laureata campionessa italiana nel settore giovanile nello skeet, specialità nella quale eccelle, avendo conquistato il titolo tricolore nei giorni scorsi nella gara svoltasi a Bergamo. Il suo è stato un vero en plain, avendo fatto centro ben 75 volte, frantumando le due serie complete di piattelli più i 25 della finale.

«Per me riconfermarmi nel titolo è stato un motivo di grande soddisfazione ed è chiaro che sono molto molto contenta del risultato ottenuto a Bergamo», ha dichiarato la tiratrice montalbanese che, prima di impegnarsi nel «World Championships» in Slovenia sta meritatamente ricaricando le batterie sulle spiagge dello Jonio.

«Ho sparato davvero bene nella prova del campionato italiano - continua - e sono riuscita a distanziare di ben 9 centri la seconda classificata».

Il buon momento della Orlando (che è tesserata con il club Tiro a volo di Ferrandina) continua e si spera che anche a Maribor ottenga i migliori risultati, distinguendosi accanto ai grossi nomi del tiro a volo azzurro quali gli olimpionici Chiara Cainero (oro a Pechino 2008) ed Ennio Falco (oro ad Atlanta 2006). Ormai Virginia fa parte a pieno titolo del team nazionale, quale azzurrina, e sul suo talento ci scommette lo stesso Francesco Fazi, il commissario tecnico della squadra italiana di skeet.

«Fazi mi ha detto che è contento di me - afferma la giovane promessa lucana - e mi mostra sempre grande fiducia. Ma c’è ancora molto da fare, da lavorare e io accetto ben volentieri ogni sfida».

Una fiducia ben ripagata, tant’è che il cittì Fazi l’ha voluta in gara nel Campionato d'Europa svoltosi a luglio a Osijek, in Croazia. Virginia ha sfiorato il podio, concludendo al quarto posto in una competizione quanto mai accesa e difficile.

«L’unico rammarico è aver commesso qualche errore che mi ha pregiudicato il podio. Nel complesso, però, dalla prova ho tratto buone indicazioni», confessa la Orlando che aggiunge, con un pizzico di emozione: «Mi impegnerò al massimo nel mondiale. È la prima volta che competo in un contesto così importante».

Chissà che non sia un ulteriore passo che può portarla verso le Olimpiadi di Londra, nel 2012.

«Magari - dice -. Sarebbe davvero il mio sogno. Ma non mi metto cose strane in testa. Per il momento so soltanto di dovermi impegnare a lavorare con impegno e avanzare una tappa per volta. In tal senso, vorrei ringraziare il Tav Bernalda per offrirmi la possibilità di allenarmi in qualsiasi momento, senza tenere conto di orari e giorni di apertura. Per me, questa, è una cosa davvero importante».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione