Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 00:40

Cascella si conferma nei 400 ostacoli resta il campione italiano in carica

Agli assoluti di atletica, l'atleta barlettano, tesserato per l'Aeronautica Militare, ha vinto per la seconda stagione consecutiva. Primato personale migliorato di quasi mezzo secondo. «Sono contento per aver tenuto fede ai pronostici della vigilia e confermato il successo dello scorso anno ottenuto a Cagliari. Ci tenevo particolarmente a vincere in una competizione che comprende i migliori atleti italiani»
Cascella si conferma nei 400 ostacoli resta il campione italiano in carica
di Mario Borraccino

Barletta - La legge del più forte trionfa ancora grazie alle imprese di Nicola Cascella. La conferma è arrivata puntuale in occasione degli Assoluti di atletica leggera, che si sono corsi nello scorso fine settimana sulla pista dell'Arena di Milano. L'atleta barlettano tesserato per l'Aeronautica Militare ha ribadito la sua leadership sui 400 metri ostacoli, laureandosi per la seconda stagione consecutiva “campione d'Italia”.

«Sono contento - ha ammesso Cascella - per aver tenuto fede ai pronostici della vigilia e confermato il successo dello scorso anno (ottenuto a Cagliari, ndr). Ci tenevo particolarmente a vincere in una competizione che comprende i migliori atleti del panorama nazionale».

Titolo italiano, primato personale migliorato di quasi mezzo secondo, miglior prestazione italiana dell'anno: è questo il tris di successi confezionato da Cascella sulla pista di Milano. Il crono di 50.10, inoltre, cancella nettamente il precedente miglior tempo dell'atleta barlettano (50.59). «Ho avuto sensazioni positive durante la gara - ha proseguito Cascella - che penso di aver condotto sin dalla partenza nel migliore dei modi. Il tempo è ottimo, anche se in verità mi lascia un pizzico di rammarico per non aver raggiunto il minimo imposto dalla Fidal per partecipare agli imminenti mondiali di Berlino. A conti fatti non era poi così distante. Tutto sommato, però, va bene così. Anche se dispiace per l'infortunio delle scorse settimane che mi ha creato seri problemi quando la mia condizione era nettamente in crescita».

Le attenzioni di Cascella sono proiettare ora sul finale di stagione. «Correrò ancora qualche meeting - ha concluso - sperando di migliorare ancora il mio personale». Abbattere la barriera dei cinquanta secondi è un obiettivo alla sua portata. Anche se per i mondiali di Berlino è ora troppo tardi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione